Breaking News

Vicenza, truffe milionarie online alle aziende

Sarebbero più di una ventina le aziende che si sono rivolte alle forze dell’ordine dopo essere cadute in una trappola sul web. Le vittime sono delle società sparse nei vari comuni del vicentino operanti nei settori della tecnologia e della concia. In pratica si tratta, quasi sempre, di hackeraggio dei sistemi informatici delle aziende straniere, prevalentemente di paesi del Nord Africa, Medio Oriente ed Est Europa che da tempo hanno rapporti consolidati di import-export con aziende italiane.

Più precisamente il venditore, all’atto del perfezionamento dell’ordine, riceve dall’acquirente una mail con le indicazioni delle nuove modalità di pagamento rispetto a quelle precedenti. Tenendo conto del rapporto di fiducia instauratosi nel corso del tempo la maggior parte degli operatori commerciali non verificano la provenienza delle nuove informazioni ricevute, che arrivano in realtà da malfattori che utilizzano indirizzi di posta elettronica molto simili, ma non identici a quelli delle ditte venditrici.

A Vicenza, nello specifico, una ditta che che opera nel settore tecnologico, stava perdendo 60 mila euro ma la segretaria si è accorta che qualcosa non quadrava quando, a merce ricevuta, ha notato che la mail proveniva da un indirizzo diverso e, fatti ulteriori controlli, ha bloccato la transizione. Il bottino dei truffatori, al momento, è molto ingente visto che i colpi fruttano dai 10 ai 100 mila euro. Delle indagini si sta occupando la Polizia Postale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *