Breaking News

Vicenza, “Riportiamo l’ombra nei campi”…

Ha il significativo ed esplicito titolo di “Riportiamo l’ombra nei campi”, la conferenza che si terrà a Vicenza mercoledì 2 dicembre, alle 17.30, presso la Biblioteca la Vigna, organizzata dalla stessa biblioteca in collaborazione con ConvivioItalia e con il supporto di Veneto Agricoltura. Il titolo è un chiaro invito alla riscoperta dei tradizionali sistemi di coltivazione, ben documentati dai libri sulla storia e sulle tecniche agricole che Demetrio Zaccaria ha raccolto con tanta passione nel corso della sua vita.

“Nell’ottica del buonsenso e della salvaguardia del territorio – spiega in una nota sull’iniziativa -, piantare alberi e arbusti a salvaguardia del campo dall’erosione creata dal vento e dall’acqua potrebbe sembrare oggi un’azione insensata, se si guarda solo all’ottica del tutto e subito, coltivando e arando ogni centimetro possibile. Ma esiste una possibilità di tornare all’antico… La riforestazione del perimetro dei campi, nel rispetto di un territorio che non va spremuto, ma curato, in quanto vivo e in grado di dare ancora più valore in termini di paesaggio, di colore e di cultura, sfrutta la biodiversità che grazie all’ombra diventa prodotto e valore spendibile in un mercato sempre più appiattito dalla produzione globale”.

Dopo l’introduzione del presidente della Biblioteca La Vigna, Mario Bagnara, interverranno l’agronomo Francesco da Schio, Marco Zamboni allenatore d’impresa, Giustino Mezzalira, direttore della sezione ricerca e gestioni agroforestali di Veneto Agricoltura, e Attilio Saggiorato, segretario regionale dell’associazione Slow Food. Al motto “insieme si può fare” verrà tracciata a più mani una possibile via per realizzare La comunità del cibo anche nel vicentino. Quella del riportare l’ombra nei campi è stata un’idea di Francesco da Schio, giudicata meritevole e del tutto attinente al manifesto di ConvivioItalia, che l’ha premiata di recente al Cuoa di Altavilla con il diploma di merito “Si puo’ fare 2015”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *