Breaking News

Vicenza, i Carabinieri festeggiano la patrona

Questa mattina i Carabinieri si sono riuniti a Vicenza, a Monte Berico. No, non c’è stata nessuna delicata operazione contro il crimine. Molto più semplicemente, i militari del comando provinciale hanno celebrato la loro patrona Virgo Fidelis proprio nel santuario della Madonna di Monte Berico. La scelta della Vergine come celeste protettrice dell’arma, è ispirata alla fedeltà che, propria di ogni soldato che serve la patria, è caratteristica dell’arma stessa e che si riflette anche nel motto Nei secoli fedele.

Storicamente, per i militari dell’arma, il culto alla Virgo Fidelis è iniziato subito dopo l’ultimo conflitto mondiale, su iniziativa di monsignor Carlo Alberto Ferrero di Cavallerleone, ordinario militare d’Italia, e di P. Apolloni S.J., cappellano militare capo. L’8 dicembre 1949, infatti, Pio XII ha proclamato ufficialmente Maria Virgo Fidelis quale patrona dei carabinieri, ed ha fissato la celebrazione della festa il 21 novembre, in concomitanza della presentazione della Vergine al Tempio e della ricorrenza della battaglia di Culqualber, della quale, quest’anno si celebra il 74° anniversario. Ancora oggi, proprio il 21 novembre, tutti i Carabinieri d’Italia rinnovano la loro fedeltà a Maria celebrando la loro protettrice celeste, anche attraverso la recita della Preghiera del carabiniere.

La cerimonia di Monte Berico è stata organizzata dal Coespu e dallo stesso comando provinciale, ed è stata presieduta dal cappellano militare don Corrado Tombolan. Alla celebrazione hanno preso parte le massime autorità civili, militari e religiose della provincia, gli ufficiali, i marescialli, i brigadieri, gli appuntati e i Carabinieri, assieme all’associazione nazionale carabinieri ed alle varie associazioni del territorio, le vedove e gli orfani dell’arma.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *