Breaking News
Una veduta dall'alto dell'area centrale di Thiene
Una veduta dall'alto dell'area centrale di Thiene

Thiene, varato il nuovo piano dei parcheggi

Era stato annunciato nella primavera scorsa e con l’autunno è arrivato. Parliamo del nuovo piano dei parcheggi del centro storico di Thiene, al via proprio in questi primi giorni di novembre. Studiato dall’amministrazione comunale con gli uffici tecnici, anche su proposte venute dai cittadini e dai commercianti in questi mesi, il nuovo piano prevede varie modalità di sosta, in un sistema generale che vuole essere coordinato e ragionato. Vi sarà più rotazione nella sosta delle auto, e quindi sarà più facile trovare posto, ed anche le tariffe rimarranno tra le più basse della provincia. Il piano si è reso necessario per mettere ordine in una situazione poco razionale che aveva reso sempre più difficile trovare parcheggio, in particolare nell’area centrale thienese, Il nuovo sistema, invece, vuole agevolare gli utenti del centro che chiedono di sostare il più vicino possibile alle vetrine per fare shopping e non ha la finalità di fare cassa, visto che le somme previste a bilancio non sono state ritoccate rispetto all’anno scorso.

Andrea Zorzan
Andrea Zorzan

“Gli obiettivi – conferma Andrea Zorzan, assessore alla viabilità – sono garantire un’alta rotazione dei parcheggi per facilitare lo shopping nei negozi del centro, permettere agli automobilisti di scegliere la modalità di parcheggio più conveniente alle proprie necessità, aumentare la disponibilità totale delle aree di sosta in città con un centinaio di nuovi posti a ridosso di corso Garibaldi nell’area Nova Thiene”. Il piano prevede una variegata casistica che vuole avvicinarsi alle esigenze delle diverse tipologie di utenti. Chi ha bisogno di lasciare l’auto in sosta per l’intera giornata, magari perché lavora in centro, ha a disposizione ampie aree libere, come per esempio i 100 posti al Bosco, i 65 nello sterrato di Villa Fabris ed un centinaio al Nordera.  In questo modo l’amministrazione non grava sulle tasche dei lavoratori del centro storico, chiedendo loro di sostare in queste aree che sono comunque collocate a tre minuti a piedi da corso Garibaldi.  Per gli utenti che, invece, vogliono usufruire del disco orario il piano garantisce ampie possibilità di scelta ed un numero adeguato di posti auto.

Come già preannunciato, il nuovo piano ha diviso il centro storico in due fasce: la prima entro i 250 metri dal duomo e la seconda tra i 250 e i 600 metri dal duomo. Nei pochi posti all’interno della fascia centrale, nel raggio quindi dei 250 metri dal duomo, ci sono a pagamento circa 200 posti auto ai quali si vuole garantita la più alta rotazione possibile e un ricambio frequente per permettere ai clienti dei negozi la possibilità di trovare posto in prossimità delle attività commerciali e del terziario del centro storico: la tariffa, che resta comunque la più bassa della provincia nella prima ora, è di 50 centesimi in tutta la città. Entro la fascia dai 250 ai 600 metri dal duomo, le tariffe sono più basse che in precedenza, sempre con i 50 centesimi per la prima ora e di 50 centesimi per ogni mezz’ora in più. Accanto alla tipologia dei parcheggi a pagamento, c’è quella disciplinata con disco orario, che è l’altra modalità per garantire la rotazione dei posti: nella fascia più centrale sono a disposizione un centinaio di posti con periodi di sosta breve da 30 a 60 minuti.

Nella fascia più esterna, dai 250 ai 600 metri dal Duomo, la dotazione sia di posti a disco orario che liberi, è considerevole ed ammonta a circa 750 con disco orario e circa 700 liberi.  Novità è anche lo spostamento della sbarra da piazza Nova Thiene al parcheggio pubblico interrato sottostante, così come avviene nei parcheggi interrati delle grandi città: gli stalli di sosta della piazza, ora blu, sono quindi regolamentati solo da parcometro, sempre con i primi 30 minuti di sosta gratis.  “Abbiamo voluto tener conto delle varie tipologie di sosta e delle varie esigenze di chi frequenta il nostro centro storico – riassume il sindaco, Giovanni Casarotto – applicando la tariffa più bassa della provincia, con la prima ora di sosta a soli 0,50 centesimi e continuando a garantire la sosta breve dei primi 30 minuti gratuiti nel parcheggio interrato Nova Thiene. Nel centro storico ci sono ora più di 750 posti a disco orario e oltre 700 posti liberi senza ticket né disco orario, a fianco ai circa 800 a pagamento”.

Una volta a regime, la verifica e il controllo diventerà elemento essenziale per garantire il corretto funzionamento delle modalità di sosta cittadina. Nel piano non sono stati conteggiate le aree libere e centrali dei cortili interni delle scuole medie di via IV Novembre e via Carlo Del Prete, l’area di via San Gaetano e quelle che si rendono disponibili in caso di manifestazioni, come il cortile delle Scuole Scalcerle, superfici importanti ed utili che l’amministrazione comunale non intende modificare. Da segnalare infine che il Comune di Thiene sta valutando la possibilità di andare incontro ai residenti che non hanno un garage privato, mettendo loro a disposizione, a partire da gennaio, dieci posti interrati grazie ad un abbonamento le cui modalità sono in fase di studio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *