giovedì , 17 Giugno 2021

Scuola e Ftv, un accordo a favore dello sport

E’ stato sottoscritto questa mattina a Vicenza, nella sede di Ftv, un accordo tra la società di trasporto pubblico extraurbano e l’Ufficio scolastico Ambito territoriale di Vicenza (ex Provveditorato) per l’utilizzo dei mezzi pubblici da parte degli studenti in occasione di eventi sportivi scolastici. Con due euro a studente, andata e ritorno, Ftv offrirà un collegamento tra le scuole e le sedi degli eventi sportivi, da qualunque parte della provincia si parta e in qualunque parte si arrivi. La promozione è riservata alle scuole medie inferiori e superiori di tutto il vicentino per gli eventi sportivi scolastici programmati e organizzati dall’ufficio educazione fisica dell’ufficio Ambito territoriale di Vicenza. Gli autobus a disposizione sono quelli circolanti nelle fasce orarie dalle 8 alle 12.30 e dalle 14.30 a fine servizio.

Le scuole hanno dimostrato di apprezzare l’iniziativa e già sono arrivate le prime richieste: 1.340 studenti da trasportare a Bassano, il 24 e 26 novembre, per una gara campestre studentesca. I partecipanti arriveranno anche da Asiago, Gallio, Valdagno, Arzignano e Noventa Vicentina, località da cui, prima della convenzione, il costo di un biglietto andata e ritorno su Bassano avrebbe superato i dieci euro. Del resto l’idea di questo accordo è nata proprio a Bassano dove, lo scorso aprile, sono confluiti  oltre quattromila studenti per un progetto sportivo itinerante legato ai luoghi della Grande Guerra. Allora le scuole avevano sottolineato le difficoltà economiche affrontate per consentire ai ragazzi di partecipare ad iniziative lontane dalla sede scolastica. E c’era il rischio che qualcuno non se lo potesse permettere.

“Lo sport significa salute – ha commentato Arturo Gaudiosi, vicario del provveditore, Giorgio Corà, e presente in sua vece – ma i nostri appelli alla pratica sportiva cadono nel vuoto se poi le scuole non possono far partecipare gli studenti alle gare che si organizzano sul territorio. Momenti formativi importanti, in cui gli studenti si confrontano spinti da un sano agonismo. Momenti che oggi diventano anche più semplici da gestire per le scuole grazie ai risparmi che permette questo accordo.”

Un accordo che promuove lo sport, quindi, ma che educa anche all’uso del mezzo pubblico, come sottolinea l’amministratore unico di Ftv, Romano Leonardi ricordando che “non sono previste corse o fermate dedicate: i ragazzi dovranno salire e scendere alle fermate di linea e condividere gli spazi con altri utenti e questo li aiuterà a familiarizzare con il trasporto pubblico”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità