Breaking News
Ottavia Piccolo e Silvano Piccardi in una foto di Luigi De Frenza
Ottavia Piccolo e Silvano Piccardi in una foto di Luigi De Frenza

Schio, Ottavia Piccolo al Teatro Civico con “Enigma”

L’apertura della stagione 2015-2016 di Schio grande teatro sarà davvero grande. Nei giorni 6 e del 7 novembre, alle 21, il teatro civico di Schio ospita infatti la prima nazionale dello spettacolo  Enigma, niente significa mai una cosa sola, una vicenda personale e collettiva, firmata dal drammaturgo Stefano Massini e prodotta dalla compagnia toscana Arca azzurra teatro, che avrà come protagonisti Ottavia Piccolo e Silvano Piccardi.

Enigma, come si legge in una nota di presentazione “è un’opera che guarda alla realtà, con la millimetrica precisione di un orologiaio, per indagare il senso di una delle più drammatiche pagine del ‘900″, vale a dire il dramma della città di Berlino, distrutta e divisa in due realtà opposte e conflittuali tra di loro dopo la seconda guerra mondiale. La piece è ambientata nella ex DDR, quella Germania dell’Est dove ogni 6 abitanti c’è un informatore della polizia politica, e dove la vita è difficile e vale molto poco. Ma il Muro finalmente, nel 1989, cade e venti anni dopo i personaggi si interrogano su cosa è cambiato e cosa non lo è. La scena è l’interno di una casa, in cui cumuli di riviste e libri si ammassano un po’ dappertutto nell’incuria generale, e questo fa da sfondo grigio alla fine delle certezze dei due personaggi.

Tutto comincia in una notte di temporale quando, a seguito di un banale incidente, il professor Jakob Hilder è costretto a far entrare nel proprio appartamento l’intrusa Ingrid. Il loro dialogo è una novità fra quelle quattro pareti di solito prive di relazioni umane. Ma sul loro casuale incontro si muovono le ombre di un passato irrisolto. “Due esistenze anonime e del tutto normali – si legge ancora nella presentazione – si scoprono annodate in un groviglio inestricabile che li obbliga al confronto. Decifrare di volta in volta il senso della vicenda, sia personale sia collettiva, che lega i due personaggi, è il compito al quale l’autore chiama i personaggi stessi, attraverso la suspense del gioco teatrale, e il pubblico. La posta in gioco non è solo la possibilità di sbrogliare i tanti piccoli enigmi delle due vite che si intrecciano, si scontrano e si confrontano sul palcoscenico, ma quello di penetrare il più grande degli enigmi: quello della storia stessa”.

“Ci sono diversi motivi – ha spiegato Ottavia Piccolo – che mi rendono felice di allestire il nostro spettacolo a Schio. Innanzitutto, ho partecipato al progetto per il restauro del teatro e questo mi fa sentire padrona di casa, assieme a tutti quelli che hanno contribuito a quel percorso. Il secondo motivo è che, avendo già sperimentato delle letture del testo di Massini, che non era stato possibile mettere compiutamente in scena, è per me oggi una gioia poterlo presentare al pubblico. Infine, tornare a lavorare con Silvano Piccardi è un grande piacere. È la quinta produzione che condividiamo, e della quale lui firma la regia”.

Per informazioni e per l’acquisto dei biglietti (in vendita ad un costo che va da 13 a 25 euro) è possibile contattare il teatro civico Schio, in via Pietro Maraschin 19 al numero 0445-525577, o all’indirizzo e-mail info@teatrocivicoschio.it.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *