Breaking News

Ponte Alto – Stazione Ftv, la strada dei desideri

“C’era una volta il treno che collegava la città di Vicenza a Montecchio Maggiore e Valdagno. Il treno rimase in funzione fino a metà degli anni ’70, dopodiché le aree furono dismesse. Oggi è rimasta la corsia originaria del vecchio treno, che corre dalla stazione Ftv a Ponte Alto, affiancato alla ferrovia”. E’ così che il consigliere comunale di Vicenza, Raffaele Colombara inizia una sua interrogazione all’amministrazione del capoluogo, a risposta scritta, nella quale chiede se finalmente si darà concretezza a quel progetto, ormai vecchio di vari anni, nel quale si voleva trasformare il vecchio tracciato ferroviario in una corsia per autobus e tram del trasporto pubblico, rendendo quest’ultimo più veloce e alleggerendo il traffico veicolare in arterie congestionate come l’asse San Lazzaro – Viale Verona – Corso Santi Felice e Fortunato.

Quel vecchio tracciato tra l’altro, ricorda Colombara, è ancora uno spazio “rimasto miracolosamente integro nonostante le modificazioni urbanistiche degli ultimi decenni”. Era, ed è, proprietà di Ftv, società di trasporti della Provincia. “Si cominciò negli anni ’90 – ricorda il consigliere – a parlare di riutilizzare la corsia per autobus e tram, integrata con un parcheggio scambiatore a Ponte Alto, soluzione che risolverebbe varie questioni, traffico compreso, e renderebbe tangibile il risparmio nei tempi di percorrenza”.

Colombara fa anche un escursus sulle dichiarazioni di intenti degli ultimi decenni, accompagnate da stanziamenti anche importanti a favore del progetto, sia della Provincia che del Comune di Vicenza. Ricorda come purtroppo vi sia stato, in passato, uno scarso coordinamento e scarsa comunicazione tra i due enti, e altrettanto, dice, è avvenuto tra Ftv e Aim Mobilità. Il consigliere ripercorre anche l’iter del progetto per l’Alta velocità ferroviaria a Vicenza e le scelte urbanistiche della città…

Arrivando finalmente ai giorni nostri, fa notare che oggi Provincia e Comune di Vicenza hanno una linea diretta di relazione e comunicazione, che si sta concretizzando nella fusione tra Ftv e Aim mobilità per la gestione unificata del trasporto pubblico locale, con la nuova società Stv, e che infine è anche entrato in una fase decisoria avanzata il progetto per la Tav/Tac. Alla luce di tutto questo dunque, a che punto è il progetto della corsia preferenziale tra Ponte Alto e la Stazione Ftv?

Colombari chiede anche all’amministrazione comunale di Vicenza se “ritenga di dare, di concerto con la Provincia, la massima priorità al progetto, quale che sia la soluzione Tav/Tac che si sceglierà, impegnandosi a trovare, nel caso, una deroga per realizzare la corsia; se dopo la fusione di Aim Trasporti ed Ftv non sia necessario che la stessa priorità sia assunta anche tra quelle della nuova società Svt; ed infine, visto che risultavano stanziati, se siano ancora disponibili gli importi destinati all’opera o come siano stati impiegati”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *