Breaking News

Montecchio, convegno sugli effetti del Jobs Act

Che effetti ha avuto finora il Jobs Act nel territorio di Montecchio Maggiore? Se ne parlerà domani primo dicembre alle 20,30 in sala civica Corte delle Filande, in un convegno pubblico promosso dall’amministrazione comunale castellana. Sarà aperto dal saluto del sindaco, Milena Cecchetto. La presentazione dello studio sui primi effetti della controversa riforma del lavoro varata quest’anno sarà affidata a Luca Romano e Francesco Peron, di Local area network e a Lisa Lora, responsabile di Uc Impiego Arzignano – Montecchio – Valdagno.

Il successivo dibattito vedrà l’intervento dell’assessore al lavoro della Regione Veneto, Elena Donazzan, e la partecipazione di Grazia Chisin, per la Uil della provincia di Vicenza, Andrea Crisci, per Confindustria, Ciro Galeone, per Apindustria Confimi, Lorenza Leonardi per la Cisl, Gianfranco Mensi (consulente del lavoro), Andrea Rigotto per Confartigianato Vicenza e Giampaolo Zanni per la Cgil. Le conclusioni saranno affidate al presidente del Consiglio regionale del Veneto Roberto Ciambetti.

Il convegno nasce dalla considerazione che il Jobs Act sta modificando la regolazione del mercato del lavoro in tutti i suoi aspetti, sia per l’entrata (assunzioni), che per l’uscita (licenziamenti economici), sia per la durata dei contratti, i trattamenti fiscali, gli ammortizzatori sociali e le politiche attive e sia per il ruolo dei centri per l’impiego.

Il convegno propone quindi un metodo: fare una periodica valutazione condivisa tra istituzioni locali e parti sociali sugli effetti positivi e negativi della nuova normativa individuando, quanto occorre ed è possibile, delle correzioni di rotta. L’incontro di Montecchio Maggiore rappresenta la prima occasione nel vicentino per una verifica di questo tipo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *