venerdì , 16 Aprile 2021

Funerali Mattielli, sindaci senza fascia segnalati

“Non bastava che la vicenda di Ermes Mattielli si concludesse con la sua scomparsa, dopo le ansie e le preoccupazioni di una vicenda giudiziaria durata anni e con i suoi beni che finiranno in mano a coloro che lo derubavano. Ora anche alcuni sindaci vicentini dovranno difendersi dallo Stato italiano, pronto a perseguire i bersagli facili e quasi cieco di fronte alle ingiustizie”.

Sono le parole con cui il segretario provinciale della Lega Nord di Vicenza, Antonio Mondardo, reagisce alla segnalazione alla Prefettura di Vicenza dei sindaci Giordano Rossi, di Velo d’Astico, Piergildo Capovilla, di Cogollo del Cengio, Ferrulio Lorenzato, di Laghi, e Joe Formaggio, di Albettone. I quattro primi cittadini rischiano infatti di finire nei guai dopo la segnalazione da parte dei carabinieri.

E’ successo che i quattro sindaci, di fronte alla protesta dei venetisti presenti, si sono tolti la fascia tricolore, giustificandosi in qualche modo con il fatt che i funerali di Ermes Mattielli non erano un evento ufficiale e che il loro gesto ha comunque calmato gli animi che si stavano surriscaldando. Il prefetto di Vicenza, Eugenio Soldà, vorrebbe sottoporli a un procedimento amministrativo per essersi tolti la fascia tricolore.

“Ancora una volta – commenta Mondardo – i cittadini e i loro rappresentanti devono preoccuparsi di difendersi anziché farsi tutelare da uno Stato che si dimostra lontano dai problemi che quotidianamente e drammaticamente viviamo. I delinquenti dei centri sociali che mettono sotto assedio le città rimangono impuniti, i ladri risarciti e gli onesti cittadini si vedono depredati dei loro beni e spesso beffati e condannati.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità