Breaking News

E’ la fuga il fil rouge della stagione di Thiene Danza

Ricchezza della tradizione e capacità di percorrere nuove strade espressive, aderenza alla realtà e fuga nel sogno, emozione della fisicità e fascino profondo della leggerezza. Sono questi i contenuti della rassegna di quest’anno di  Thiene Danza organizzata dall’assessorato alla cultura del Comune di Thiene in collaborazione con il circuito Arteven ed il patrocinio della Regione Veneto. Il cartellone prevede quattro proposte per il pubblico nel suo complesso e tre, più specifiche, per le scuole primarie e secondarie di primo grado.

Denominatore comune dei quattro appuntamenti è la fuga. “La Danza è una forma artistica che valorizza il bello nella forma più pura – dichiara Maria Gabriella Strinati, assessore alla Cultura – e per questo l’Amministrazione Comunale continua a credere e a sostenere la Rassegna. Come ogni anno il cartellone presenta generi diversi, dalla danza classica alla moderna e contemporanea, con compagnie affermate a livello nazionale, ma anche valorizzando le compagnie locali che offrono performances di alto livello. L’attenzione agli spettacoli dedicati alle scuole è una scelta voluta nell’ottica di promuovere questa disciplina che coniuga l’armonia del corpo con la musica e è fatta di impegno, lavoro e grande passione”.

Si comincia sabato 12 dicembre, alle 21.00 al Teatro Comunale, dove la coreografia di Claudio Ronda orientienterà i ballerini della Fabula Saltica in “Ballades”, un lavoro che attinge alla cultura popolare della balera e alla sua musica, capace di spaziare dal tango al valzer alla mazurka. E’ la balera il luogo in cui il sabato sera ci si ritrova per sfuggire al grigiore della vita attraverso il ballo e lo stare insieme. Le musiche originali sono di Paolo Zambelli.

Domenica 14 febbraio 2016 invece, alle 18, protagonista della scena, sempre al Comunale, sarà il tentativo di fuga di due innamorati che si trasforma in tragedia. Lo Junior Balletto di Toscana, in una versione “da camera”, danzerà il dramma di “Romeo e Giulietta”, una storia di intolleranza e violenza, di scontri tra faide dalle quali fuggire. La musica è quella di Sergej Prokofiev, La drammaturgia e la coreografia sono di Davide Bombana.

Sarà quindi la volta di “Dreams”, una fuga continua tra sogno e realtà, in cartellone sabato 30 aprile, alle 21, con la Compagnia di Danza Kronos. Ispirata alla Tempesta di Shakespeare questa performance ci ricorda che “noi siamo fatti della stessa sostanza di cui sono fatti i sogni, e nello spazio e nel tempo di un sogno è racchiusa la nostra breve vita”. La regia è di Ornella Pegoraro, le coreografie sono di Barbara Canal, Eleonora Pasin, Angelo Monaco e Natalia Roig.

Infine, Artedanza e la Compagnia danza Lucy Briaschi, nella bella cornice di Villa Fabris, porteranno in scena “Corpi fragili”, sabato 7 maggio, alle 17, e domenica 8 maggio, alle 17 e alle 19. Uno spettacolo che indaga il passaggio come momento di grande potenza perché in continuo disequilibrio in una dimensione che non ha più spazio ne tempo. La coreografia è di Lucy Briaschi, regia e installazioni di Lucy Briaschi e Tiziana Bolfe.

Il progetto danza della Città di Thiene si completa poi, come dicevamo, attraverso gli spettacoli dedicati ai più piccoli, per  avvicinare e promuovere nei giovani la conoscenza di questa forma espressiva. Nella speciale sezione per le scuole, in cartellone ci sono “La scuola di magia”, che è in realtà già andata in scena il 14 novembre aprendo la sequenza dei tre appuntamenti. Il prossimo sarà invece venerdì 15 gennaio, alle 10, con “Il gatto con gli stivali”, della compagnia di Simona Bucci, quindi martedì 8 marzo, sempre alle 10, sarà la volta del balletto “Nella stanza di Max “, di Babu Teatro Danza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *