Breaking News

Calcio Lega Pro, il Bassano sconfitto a Pordenone

Battuta d’arresto per il Bassano ieri che è uscito sconfitto dal Bottecchia perdendo così  punti in classifica. Il Pordenone, trascinato da un super De Cenco, autore di una tripletta, ha annientato i giallorossi. I padroni di casa passano in vantaggio al 4′: Bizzotto si fa sorprendere e regala il pallone a De Cenco che lascia partire un destro potente che si insacca in rete. Il Bassano non si è quasi mai reso pericoloso e ha faticato nella fase offensiva.

Nella ripresa la musica non cambia, anzi, gli ospiti non riescono a reagire e vengono dominati dai padroni di casa. Passano solamente due minuti quando Finocchio crea un varco sulla sinistra e crossa per De Cenco che di testa gonfia la rete. E la strada per i veneti si fa ancora di più in salita al 32′ quando Misuraca rimedia il secondo cartellino giallo e lascia la squadra, sotto di due gol, in dieci uomini. La parola fine al match la mette De Cenco, per la terza volta nel tabellino dei marcatori, all’82’ quando si infila tra le maglie della difesa giallorossa e trafigge ancora una volta Rossi. Il Bassano non impensierisce mai la retroguardia del Pordenone se non con fabbro che sfiora il palo.

Pordenone-Bassano 3-0

Pordenone (4-3-3): Tomei; Boniotti, Pasa, Stefani, De Agostini; Buratto, Pederzoli, Berardi; Cattaneo, De Cenco (45′ st Filippini), Finocchio (36′ Strizzolo). A disp.: D’Arsiè, Cosner, Ingegneri, Talin, Baruzzini, Gulin, Valente, Savio. All. Tedino.

Bassano (4-2-3-1): Rossi; Toninelli, Bizzotto, Barison, Stevanin; Cenetti (25′ st Fella), Proietti; Candido, Misuraca, Iocolano (12′ st Germinale); Pietribiasi (25′ st Fabbro). A disp.: Costa, Bortot, Zanella, Martinelli, Davì, Gargiulo, Falzerano, Voltan. All. Sottili.

Arbitro: Amoroso di Paola.

Marcatori: pt 4′ e st 2′, 37′ De Cenco (P)

Note: serata fredda, terreno in buone condizioni. Espulso Misuraca (B) per somma di ammonizioni. Ammoniti: Pederzoli, De Cenco (P), Germinale, Proietti (B) per gioco scorretto. Recupero: pt 0′; st 2′.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *