Laura "Chicca" Macchi, ala del Famila Wuber Schio
Laura "Chicca" Macchi, ala del Famila Wuber Schio

Basket, direzione Vigarano per il Famila Wuber Schio

Ripresa di campionato tranquilla, almeno sulla carta, per il Famila Wuber Schio. Dopo la pausa dedicata alla nazionale italiana, impegnata nelle qualificazioni per gli Europei del 2017, infatti, le arancioni saranno ospiti della Meccanica Nova Vigarano, per l’ottava giornata di Almo nature cup, in programma domenica 29, alle 18. Come detto, il match del PalaVigarano non dovrebbe creare troppi problemi alle ragazze di Mendez, essendo un testacoda, visto che le scledensi guidano la graduatoria a punteggio pieno, assieme a Lucca, mentre le ferraresi, a quota zero, sono ancora alla ricerca del primo successo stagionale.

A proposito della situazione delle emiliane, va sottolineato come, in questo negativo inizio campionato, abbiano pesato i numerosi infortuni che hanno stravolto il roster di coach Savini. Gli stop, più o meno lunghi, che hanno interessato, una dopo l’altra, ma anche nello stesso periodo, Capoferri, Orrange, Vian, Ostarello, Tognalini e Rosier, hanno costretto ad un lavoro straordinario lo staff medico della società e, soprattutto, non hanno mai permesso alle biancorosse di allenarsi e di affrontare tutte le gare fin qui disputate, con la rosa delle giocatrici al completo.

Nonostante queste tegole, comunque, la Meccanica Nova ha sfiorato il successo contro San Martino di Lupari, che si è imposto, per 53-50, solo negli istanti finali della gara. Ma la sconfitta che brucia di più risale all’ultimo turno di campionato, il 14 novembre. Sul parquet ferrarese, le padrone di casa hanno lasciato la vittoria alla Convergenze Battipaglia, per 79-82, dopo ben due tempi supplementari. Le biancorosse, dunque, stanno lanciando segnali positivi e soprattutto, in questi quindici giorni, hanno potuto mettere bene a punto la sfida con le vicentine. Infortuni permettendo, s’intende.

Anche Schio, in queste due settimane, ha dovuto fare i conti con una formazione ridotta all’osso, ma, visto che l’impegno di domenica non si preannuncia proibitivo, questo non dovrebbe aver influito troppo sulla preparazione della gara. Il motivo di questa rosa limitata risiede nelle qualificazioni ai prossimi campionati europei in Repubblica Ceca. In totale, sono state sette le arancioni convocate in nazionale. Eva Lisec ha dato man forte a quella slovena, mentre alla corte di Capobianco, nuovo allenatore delle azzurre, si sono presentate Bestagno, che fino all’anno scorso militava proprio nelle fila di Vigarano, Gatti, Macchi, Masciadri, Sottana e Zandalasini. C’è da dire che questa prima fase di avvicinamento all’EuroBasket Women è stata molto positiva. Le azzurre, infatti, hanno vinto entrambi i match in programma (Italia – Albania 121-38, miglior realizzatrice Bestagno con 17 punti, Gran Bretagna – Italia, 48-60, Macchi mvp con 27 punti) e ora guidano il gruppo C, assieme al Montenegro, con 4 punti.

Ilaria Martini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità