Basket, Crema indigesta per la VelcoFin

Ottava giornata amara per la VelcoFin Vicenza, che ha perso non solo l’imbattibilità in casa, ma anche il secondo posto nella classifica del girone A di serie A2 femminile. Nel match di ieri sera, le biancorosse sono state sconfitte, con il risultato di 60-64, dalla Tecmar Crema. La chiave della gara giocata alle 20.30 al PalaGoldoni è stata la precisione, delle ospiti, nel tiro da tre, accompagnata da una giornata decisamente no delle vicentine (0/13). L’8/16 dall’arco dei 6,75 delle biancoblù ha dunque facilitato la vittoria alle ragazze di coach Visconti, che hanno anche potuto contare sulle, purtroppo, solite difficoltà in avvio di gara delle padrone di casa, che si sono tradotte in un -10 dopo appena cinque minuti di gioco.

Ecco un breve resoconto dell’incontro. In avvio di partita, le biancorosse arrancano. Coach Corno, visto il poco rassicurante risultato di 4-12 che campeggia sul tabellone luminoso, costruito grazie alle due triple di Veinberga, è costretto a chiamare, in gran fretta, un time out. La lunga lettone, però, non è la sola a centrare il bersaglio. Con il passare dei minuti, la mattatrice dell’incontro diventa Caccialanza. L’esterna di Crema, supportata dalla concretezza di Cerri, molto attiva sotto il canestro, chiuderà la sua partita a quota 26 punti, con un 4/4 da tre. Tra parentesi, queste sue conclusioni  sono arrivate proprio nei momenti chiave della partita, quando la VelcoFin, grazie alla zona press, stava trovando un po’ di vitalità.

Comunque, nonostante le difficoltà al tiro, Vicenza si mantiene, con tenacia, attaccata alla partita. Sull’altro versante, anche se Crema deve fare i conti con una panchina più corta, difende forte e macina un buon gioco in attacco. Tutto questo fa sì che, alla fine del terzo quarto, il risultato sia in equilibrio, 46-47. Negli ultimi dieci minuti, quelli decisivi, la VelcoFin mette più volte la testa avanti, grazie alle giocate in attacco di Ferri e Colombo e alle palle recuperate. Crema, tra l’altro, offre alle biancorosse delle ghiotte occasioni per acciuffare le redini del gioco, ma le biancorosse non ne approfittano. Dal 50-47 si giunge al 58-58 degli ultimi due minuti, grazie ad un arresto e tiro di Prospero, il suo primo canestro dell’incontro.

Per le venete, il colpo del ko in questa partita spigolosa, durante la quale le cremasche hanno dimostrato di essere più decise e smaliziate, arriva nell’ultimo minuto, sull’ennesimo tiro dai 6,75 di Caccialanza. Dopo un pick and roll centrale, infatti, la guardia biancoblu lasciata libera di fronte al canestro, piazza un comodo +4 che tramortisce le speranze vicentine e consente alla cremasche di festeggiare una vittoria che vale il secondo gradino della classifica.

VICENZA: Fietta, Colombo 8, Prospero 2, Stoppa 6, Scaramuzza, Keys 16, Ferri 5, Benko 2, Ramon 10, Zimerle, Pegoraro 11.

CREMA: Conti 1, Zagni, Mandelli 11, Veinberga 14, Caccialanza 26, Parmesani, Cerri 10, Donzelli, Rizzi 2, Bona

Ecco gli altri risultati:

  • Albino – Pordenone 70-63
  • Villafranca di Verona – Carugate 50-55
  • Milano – Marghera 64-63
  • Broni – Selargius 68-53
  • Castelnuovo Scrivia – Costa Masnaga 53-78
  • Bolzano – Cagliari 75-60

CLASSIFICA GIRONE A: Broni 16, Milano e Crema 12, Albino, Pordenone e Vicenza 10, Villafranca di Verona, Selargius e Marghera 8, Castelnuovo Scrivia, Carugate, Bolzano e Costa Masnaga 4, Cagliari 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità