Breaking News
Strutture oggi esistenti nell'impianto sportivo di Arcugnano
Strutture oggi esistenti nell'impianto sportivo di Arcugnano

Una tensostruttura per molti sport ad Arcugnano

Buone notizie per gli sportivi di Arcugnano. L’amministrazione comunale ha infatti approvato uno stanziamento di 500 mila euro, di cui 150 mila finanziati dalla Regione, da dedicare interamente al mantenimento e l’implementazione dei campi sportivi di via Fontega. Data di scadenza dello stanziamento è luglio 2016 e per questola giunta comunale di Arcugnano si è impegnata ad approvare il bilancio entro il prossimo gennaio, proprio per iniziare i lavori già nei primi mesi del prossimo anno.

Paolo Pellizzari
Paolo Pellizzari

“Vogliamo creare una vera e propria cittadella dello sport – ha sottolineato Paolo Pellizzari, sindaco di Arcugnano –. Al momento, in via Fontega, possiamo trovare solo un campo da calcio sintetico ed uno in erba naturale. Il nostro obiettivo è quello di aggiungervi una tensostruttura, che possa ospitare tutti gli altri sport: discipline da palazzetto, ma anche ginnastica dolce, basket. Insomma, attività per tutte le età. Lo stanziamento è fermo da sei anni, ma non per nostra scelta. La vecchia amministrazione, infatti, voleva costruire una pista da Bmx, per un costo totale di 400mila euro. Il progetto, poi, non è andato in porto. Oggi, noi preferiamo impegnarci in un’opera che possa essere utilizzata da tutti e non solo da una cerchia ristretta di atleti”.

Una menzione particolare è andata alla Cooperativa sociale Arcugnano, alla quale è stata affidata la gestione dei campi sportivi. “Quando, lo scorso agosto, abbiamo ereditato i campi – ha infatti aggiunto Pellizzari – le condizioni non erano delle migliori. In particolare, il più trasandato era quello in erba naturale. Dopo una serie di interventi specifici è rinato. Gli interventi sono venuti a costare circa 10mila euro, denaro decisamente ben speso. Ma l’operato della cooperativa non si è concluso lì: un intervento importante è stato fatto anche agli spogliatoi, rimessi a nuovo ed igienizzati”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *