Breaking News

Vicenza, una nuova piazza davanti alla Stazione

Il piazzale della stazione ferroviaria di Vicenza cambierà aspetto. E’ infatti prevista una riqualificazione complessiva dell’area, il cui progetto è stato presentato questa mattina a palazzo Trissino dall’assessore alla progettazione e sostenibilità Antonio Dalla Pozza. Si trattava dello stralcio conclusivo, quello cioè della radicale sistemazione dell’area riservata al trasporto pubblico e ai taxi e della realizzazione della nuova piazza pedonale davanti alla biglietteria. La piazza sarà lastricata come i marciapiedi di viale Roma e attrezzata con totem informativi. Vi saranno invece parcheggi per la auto private sul lato est e le aree di sosta per gli autobus i taxi saranno sul lato ovest, con pensiline d’attesa per i viaggiatori. Non mancherà un’area recintata e videosorvegliata per la sosta delle biciclette.

Gli interventi di sistemazione dell’area di sosta, a est della stazione, com’è noto, stanno per essere completati. Resta da realizzare, a ovest, il parcheggio per le biciclette, con l’installazione di un sistema di videosorveglianza collegato al comando della polizia locale, di un nuovo sistema di illuminazione notturna, di una recinzione alta due metri e di una garitta per il servizio di guardiania. Fuori dall’area recintata sarà attrezzata una zona non custodita per la sosta libera delle biciclette. Infine, tra la primavera e l’estate, sarà sistemata la zona degli autobus e rifatto il piazzale davanti alla stazione.

Nel dettaglio, secondo quanto previsto dal progetto, redatto dagli ingegneri Giovanni Crosara e Riccardo Ballerini, saranno realizzate tre banchine parallele alla stazione, destinate rispettivamente alle linee passanti degli autobus, ai capolinea e ai taxi, tutte dotate di pensiline d’attesa, con entrata e uscita dei mezzi attraverso un tratto di corsia preferenziale. I taxi, in particolare, si fermeranno nell’area più vicina all’uscita dei passeggeri dalla stazione, in modo da essere immediatamente individuabili dai clienti. Nessuna auto privata potrà più accedere a questo spazio, fatta eccezione per quelle che dovranno entrare nel parcheggio a pagamento. Nel tratto di viale Milano tra la stazione dei pullman Ftv e quella dei treni, è inoltre prevista una riduzione della carreggiata a due corsie, in modo da ricavare anche due nuovi spazi per i capolinea degli autobus e rendere al tempo stesso meno problematico l’attraversamento della strada.

Infine, come dicevamo, il piazzale davanti alla biglietteria della stazione diventerà una grande piazza pedonale lastricata in trachite, che Rfi e Centostazioni hanno detto di voler arredare con totem informativi ed eventuali plateatici dei nuovi esercizi pubblici che potranno essere aperti all’interno della stazione. L’intervento prevede anche la sostituzione dei vecchi pini marittimi, le cui radici creano notevoli problemi di sollevamento della pavimentazione, con piante più adatte alle aiuole pubbliche. Anche l’illuminazione sarà rifatta, con l’introduzione di un sistema a led.

“Con questo intervento, la cui competenza, secondo quanto previsto da una convenzione che risale al 1928, spetta al Comune, – ha detto Dalla Pozza – andiamo a movimentare quasi un milione di euro, di cui 350 mila investiti da Reti ferroviarie italiane e Centostazioni, con i quali abbiamo condiviso ogni aspetto del progetto. Si tratta di una cifra importante, perché importante è il luogo che andiamo a riqualificare: cioè la porta d’ingresso al centro storico da viale Roma, oltre che uno snodo fondamentale del trasporto pubblico locale, qualunque sia il futuro della stazione in relazione all’alta velocità”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *