lunedì , 1 Marzo 2021

Vicenza, tornano le misure anti inquinamento

Ritornano a Vicenza le limitazioni alla circolazione dei mezzi più inquinanti per contrastare l’inquinamento atmosferico. Da lunedì prossimo, 12 ottobre, a venerdì 25 marzo 2016 gli autoveicoli Euro 0 ed Euro 1, i ciclomotori e i motoveicoli a due tempi non catalizzati non potranno circolare dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 12 e dalle 15 alle 18 in centro e nei quartieri di San Pio X, San Francesco, Laghetto, Villaggio del Sole e San Lazzaro. Per l’area all’interno della cinta muraria la limitazione è estesa anche ai diesel Euro 2. Ci sono però due periodi di sospensione del divieto, e precisamente per il ponte dell’Immacolata, il 7 e l’8 dicembre, e per le festività natalizie, dal 21 dicembre all’8 gennaio).

“Le deroghe al divieto di circolazione per i mezzi più inquinanti – spiega il Comune di Vicenza in una nota in proposito -, sostanzialmente uguali a quelle dell’anno scorso, riguarderanno in particolare i veicoli di persone che si recano a fare terapie mediche, mezzi con almeno 3 persone a bordo, veicoli usati per portare bambini e ragazzi a scuola, mezzi condotti da ultra sessantacinquenni residenti a Vicenza. La sanzione per i trasgressori andrà da un minimo di 163 euro a un massimo di 658 euro; alla seconda sanzione nel biennio scatta la sospensione della patente di guida da 15 a 30 giorni”.

Limitazioni anche per gli impianti di riscaldamento degli edifici. Dal 15 ottobre al 15 aprile, poi, si potranno tenere accesi gli impianti termici fino a 14 ore giornaliere, anche frazionate, possibilmente tenendo una temperatura massima di 19 gradi. Al di fuori del periodo stabilito l’accensione è consentita in presenza di situazioni climatiche che giustificano il loro utilizzo, per un massimo di 7 ore giornaliere, e nel rispetto dei valori di temperatura massimi consentiti. L’invito comunque, sottolinea il Comune di Vicenza, è quello di  ridurre al minimo indispensabile gli orari di accensione e a non utilizzare camini chiusi e stufe che non rispettino i principi di efficienza energetica.

“Per contribuire ad eliminare il problema dell’inquinamento – ha commentato l’assessore alla progettazione e sostenibilità urbana Antonio Dalla Pozza – tutti noi dovremmo adottare comportamenti semplici ma di fondamentale importanza, come la scelta di mezzi di trasporto alternativi all’auto privata e compiere tutti quei piccoli gesti che ci possono far consumare meno energia e risorse economiche. Accanto al provvedimento che entra in vigore la settimana prossima, il Comune sta facendo la sua parte, pur nella limitatezza delle risorse, per ridurre del 20% le emissioni di CO2 entro il 2020, come previsto dal Piano d’azione per l’energia sostenibile. Tra le operazioni più significative segnalo l’aumento della dotazione di piste ciclabili e della concorrenzialità del mezzo pubblico rispetto a quello privato. Sono confermati, inoltre, gli appuntamenti di marzo e settembre della Domenica senz’auto”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità