Breaking News

Vicenza, ristrutturazione compiuta per il Teatro Astra

Conto alla rovescia a Vicenza per il taglio del nastro al Teatro Astra, oggetto negli ultimi mesi di importanti interventi di ristrutturazione dopo i danni subiti con l’alluvione del 2010. Venerdì 23 ottobre, alle 17.30, lo storico teatro cittadino verrà infatti riaperto nel corso di una cerimonia ufficiale di inaugurazione nell’ambito della festa “1975 – 2015 Due volte 20 anni” che dal 22 al 24 ottobre presenterà alla città il nuovo Astra e i nuovi progetti de La Piccionaia. La festa è stata presentata oggi al B55, in contra’ Barche 55, dal vicesindaco e assessore alla crescita Jacopo Bulgarini d’Elci, dall’assessore alla cura urbana Cristina Balbi. A rappresentare La Piccionaia c’erano invece il presidente Carlo Presotto e il direttore generale Pierluigi Cecchin.

Iniziati lo scorso luglio, i lavori hanno permesso non solo il ripristino delle parti danneggiate dalla piena del Bacchiglione, ma anche l’adozione di misure per preservare le parti tecnologiche degli impianti da eventuali nuovi episodi di allagamento. E’ stato anche fatto l’allacciamento alla rete di teleriscaldamento comunale. Il cantiere ha interessato sia l’interno che l’esterno del teatro, con un lungo elenco di migliorie: dalla sostituzione delle poltrone in sala alla riqualificazione dei camerini e dei locali di servizio seminterrati, dalla sistemazione degli impianti elettrico e termico al rifacimento della rete di smaltimento delle acque nere, fino alla posa in opera di tre paratie stagne a protezione dei camerini e della centrale termica.

L’intera operazione è costata oltre 267 mila euro, in gran parte finanziati dalla Regione Veneto all’interno del più ampio piano regionale di risorse assegnate al Comune di Vicenza per gli interventi post-alluvione e inserite nel programma triennale dei lavori pubblici 2014-2016. La ristrutturazione, appaltata al consorzio Co.S.Tec di Vicenza, è stata il più possibile conservativa. Infatti l’edificio di contra’ Barche, insieme al complesso ex Gil di cui fa parte (risalenti ai primi anni ’30), è tutelato dal Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo.

La riapertura del teatro coincide, come dicevamo, anche con il quarantennale della compagnia teatrale La Piccionaia, che dal 1987 lo gestisce in convenzione con l’assessorato alla crescita del Comune di Vicenza. Si tratta di un anniversario importante, anche perché il 2015 l’ha anche vista ottenere, unica tra le strutture venete, il riconoscimento del Ministero come Centro di Produzione Teatrale. Una decisione arrivata dopo la valutazione del progetto triennale presentato dall’ex Teatro Stabile di Innovazione e che ha avuto il significato di una conferma della qualità del progetto e della specifica funzione della cooperativa sociale vicentina all’interno del sistema teatrale nazionale e territoriale.

“Questa – ha infine commentato il vicesindaco Jacopo Bulgarini d’Elci – sarà la festa della Piccionaia, del teatro Astra, ma anche di tutta la città che si riappropria di una scena storica per Vicenza. L’importante lavoro di riqualificazione che ha interessato l’Astra giunge in dirittura d’arrivo in concomitanza con il via della nuova e molto attesa stagione della compagnia che non solo festeggia i 40 di vita, ma lavora in questo teatro da ben 28 in modo assolutamente meritorio. La Piccionaia è stata artefice di una vera e propria opera seminale, avviando coraggiosamente un processo di avvicinamento del pubblico vasto al teatro contemporaneo”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *