Breaking News
Da sinistra: Giorgio Bottaro, Achille Variati e Giancarlo Antognoni
Da sinistra: Giorgio Bottaro, Achille Variati e Giancarlo Antognoni

Calcio, Nazionale Under 21 al Menti contro l’Irlanda

“Attendiamo la Nazionale Under 21 allo stadio Menti con molta soddisfazione e molta attesa. Vicenza è una città di grandi tradizioni sportive, per questo abbiamo detto subito sì al ritorno della nazionale dei giovani, sapendo di essere nelle condizioni tecniche, strutturali e ambientali per ospitare questa prestigiosa partita”. Con queste parole il sindaco di Vicenza Achille Variati ha accolto in sala Stucchi lo staff organizzativo della Nazionale Under 21 di calcio che martedì 13 ottobre alle 17 disputerà allo stadio Menti la partita contro la Repubblica d’Irlanda per le qualificazioni agli europei del 2017.

“Plaudo – ha aggiunto il sindaco – alla decisione degli organizzatori di far precedere la gara da un incontro con i ragazzi della scuola media Carta per un confronto sui valori dello sport. Del resto non ho mai visto tante bandiere d’Italia come quando gioca la nazionale di calcio, perché questo Paese, confuso e a tratti diviso, di fronte al meccanismo positivo messo in moto dagli Azzurri quasi d’incanto sa ritrovarsi unito, e recuperare speranza per il futuro”.

“Vicenza candidata a diventare città europea dello sport – ha aggiunto l’assessore alla formazione Umberto Nicolai – non poteva sperare di meglio. Siamo molto orgogliosi di ospitare questo evento che vede scendere in campo giovani destinati a diventare campioni nazionali e mondiali. Ora tocca alla città partecipare, diventando l’uomo in più in campo. Mi auguro, in particolare, di vedere tanti giovani al Menti, perché è una buona cosa che i ragazzi vedano nei campioni positivi dello sport un modello da imitare”. All’incontro erano presenti il capo delegazione della nazionale Under 21 Giancarlo Antognoni, il responsabile organizzativo delle nazionali maschili giovanili, nazionali femminili, calcio a 5 e Beach Soccer Giorgio Bottaro e il presidente del Vicenza Calcio Gian Luigi Polato.

“Queste manifestazioni – ha spiegato Antognoni – non durano solo 90 minuti, la Federazione sta portando avanti un progetto che coinvolge la città che ospita l’evento a 360 gradi con una serie di iniziative da vivere tutti insieme. In questa ottica, lunedì 12 si terrà l’incontro con gli studenti dell’Istituto Comprensivo 8 di Vicenza, durante il quale saranno trattati argomenti come il fair play in campo e fuori: i nostri ragazzi devono essere un esempio da seguire, ci teniamo tantissimo ad evidenziare certi valori”. Portando il saluto del presidente federale Carlo Tavecchio, Bottaro ha sottolineato che “l’obiettivo della Figc è quello di diffondere i valori di etica sportiva grazie alla maglia azzurra. Il progetto Vicenza città azzurra prevede una serie di eventi, il cui scopo è creare un legame tra la Federazione e la città. Dobbiamo cercare di coinvolgere sempre di più i giovani, che rappresentano il futuro, e tramite loro diffondere i valori dello sport”.

È intervenuto anche il presidente del Vicenza Calcio Gian Luigi Polato che, oltre a condividere i concetti espressi dal Sindaco, ha sottolineato lo sforzo che il club sta facendo per far sì che la gara si svolga in uno stadio degno di una squadra nazionale: “Abbiamo sposato da subito la preparazione all’evento e ci siamo immediatamente messi in moto per ospitare al meglio l’Under 21. Non solo la città di Vicenza, ma tutta la provincia, nel corso degli anni ha portato lustro a livello sportivo alla bandiera italiana, per questo motivo ben vengano gli Azzurrini nella nostra città”. Antognoni, storico centrocampista della Fiorentina e della Nazionale, per l’occasione ha donato al sindaco la maglia azzurra numero 10 e al presidente del Vicenza Polato un pallone autografato. Domani gli Azzurrini partiranno per la Slovenia, dove giovedì 8 ottobre a Koper affronteranno i padroni di casa. Al termine del match, l’Under 21 rientrerà in Italia e per due giorni si allenerà a Cormons per poi raggiungere Vicenza nella mattinata di domenica 11.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *