Breaking News

Vicenza, 30 lavoratori a casa alla Legatoria Riva

“La Legatoria Riva di Vicenza, in via Massaria, lascia a casa trenta dipendenti senza stipendio da alcuni mesi e senza ammortizzatori sociali. Si tratta di una situazione pesantissima per i lavoratori e le loro famiglie”. Lo afferma il segretario e coordinatore della Slc Cgil di Vicenza e provincia, Sergio Baù, che sottolinea come il caso si sia verificato in un’azienda storica, ma non sindacalizzata. “Il caso è sorto per gli arretrati salariali dell’estate – spiega Baù -: abbiamo chiesto, come sindacato, un incontro con la proprietà per verificare la situazione, su richiesta dei dipendenti esasperati”.

Sergio Baù
Sergio Baù

All’incontro l’azienda ha comunicato alla parte sindacale che rappresenta i lavoratori che sta per presentare istanza di fallimento e che quindi lascerà a casa tutti e trenta i dipendenti, senza coperture salariali e senza ammortizzatori sociali: né cassa integrazione, né mobilità. “In questo secondo caso perché non è in grado di coprire il cosiddetto anticipo Inps”.

“Tra qualche giorno – prosegue il sindacalista – ci troveremo trenta famiglie della città di Vicenza sul lastrico, e si tratta di un caso molto brutto, nel quale gli imprenditori hanno sfruttato fino all’ultimo i lavoratori, senza alcun rispetto per le stesse maestranze né per le persone che, nel corso degli anni, hanno invece dato molto all’azienda”. Ora il caso dovrà essere discusso in amministrazione provinciale.

“Per quanto ci riguarda – continua Baù -, riteniamo che debba essere applicata in questo caso la cassa integrazione straordinaria per crisi aziendale. Quindi chiediamo alle istituzioni di farsi carico di questa situazione. Inoltre nell’incontro con la delegazione della direzione aziendale, è stato detto che i contributi Inps non sarebbero stati pagati da circa 7 anni. Speriamo che non sia vero. Ma chiediamo che gli organi di controllo preposti intervengano immediatamente”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *