Breaking News

Veneto, indipendenza sul Viale del Tramonto

Il presidente della Regione Luca Zaia ha un clamoroso fallimento nel suo passato recente: l’indipendenza del Veneto. Lo dice senza mezzi termini Antonino Pipitone, ex consigliere regionale di Italia dei Valori in una breve riflessione nella quale ricorda che nel giugno 2014 il Consiglio regionale del Veneto aveva, con la ferma opposizione della stessa Idv, la legge che doveva essere preludio ad un referendum regionale nel quale si sarebbe chiesto i cittadini se fare del Veneto una Repubblica indipendente e sovrana.

Antonino Pipitone
Antonino Pipitone

“Per l’occasione – sottolinea Pipitone – fu creato un fondo ad hoc, valutando che i costi della consultazione, quantificabili nell’ordine dei 14 milioni di euro, sarebbero stati sostenuti solo con erogazioni liberali e donazioni. Zaia, che ha sempre cavalcato l’indipendenza del Veneto, oggi è però costretto a prendere atto del fallimento di questo progetto perché, in un anno, il fondo apposito ha registrato versamenti per soli 115 mila euro, da 1363 donatori liberali . Di conseguenza il governatore è stato costretto a cancellare la legge che prevedeva il referendum, e a subìre una pesante sconfitta politica”.

“Noi di Idv – conclude Pipitone – siamo stati facili profeti, e continueremo a ritenere che la strada giusta sia predisporre una maggiore autonomia fiscale e legislativa per un grande Veneto in un’Italia unita, non certo indipendenza, secessione e tante altre dannose ed inutili chiacchiere in salsa leghista”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *