Breaking News

Schio, i social network spiegati ai genitori

Per i giovani le relazioni sociali e le comunicazioni avvengono sempre più sulle piattaforme virtuali. E i genitori dove si collocano in questo mondo digitale? Sono sempre in grado di confrontarsi con i figli su questo terreno? Nel caso la risposta sia negativa, si può rimediare con #SocialNetwork. Una serie di tre incontri e di un film proposti, a partire dal 22 ottobre, dall’associazione dei genitori Age Schio, dagli Istituti comprensivi cittadini, con la collaborazione del Comune di Schio e del Cineforum Altovicentino. Il tutto all’interno dell’Alleanza territoriale per le famiglie, una rete di operatori trasversali che cerca di individuare sul territorio progetti diversi per il benessere delle famiglie

La proposta, come sottolinea il presidente dell’Age, Roberto Santacatterina, è il risultato di una ricerca condotta tra 1.900 famiglie, alle quali è stato distribuito un questionario. Dei 1.326 restituiti compilati, le risposte hanno evidenziato l’esistenza di un disagio molto sentito dagli adulti nel rapporto con i figli, rispetto al tema dei nuovi mezzi di comunicazione usati dai giovani, in una fascia di età che va dai dieci ai quattordici anni.

“Spesso – spiega l’assessore alle politiche della famiglia del Comune di Schio, Cristina Marigo – i genitori non sono in grado di trovare da soli il modo migliore per approcciarsi a questi temi. Ecco perché il Comune ha accolto con favore questa proposta, che mette insieme diversi soggetti che hanno a che fare con i giovani. Scuole, genitori, istituzioni locali”.

“I genitori – aggiunge poi il dirigente scolastico dell’Istituto “Battistella”, Leopoldo Spinelli – tendono a sottovalutare possibilità e rischi connessi ai nuovi mezzi e linguaggi di comunicazione. Perciò, quando accade qualcosa che è sfuggito al controllo rispetto alle azioni, anche solo virtuali, dei loro figli, si trovano impreparati. La scuola ha subìto per anni la tecnologia ma ora si sta riportando in pari, occorre che i genitori facciano lo stesso”.

Ecco il programma dei tre incontri.

  • Prima serata, 22 ottobre, ore 20.30, scuola secondaria Agostino Battistella: Facebook, Instagram, Whatsapp. Ma cosa sta usando mia figlia?
  • Seconda Serata, 29 ottobre, ore 20.30, cuola secondaria Maraschin: Perchè mio figlio comunica solo con lo smartphone e non con me?
  • Terza serata giovedì 5 novembre, ore 20.30, scuola secondaria Arnaldo Fusinato: Sono al sicuro le foto e i dati che i miei figli mettono in rete?
  • Quarta Serata, venerdì 13 novembre, ore 20.30, cinema teatro Pasubio: Proiezione gratuita del film “Man, Woman, Children” un film a tema condiviso con tutta la cittadinanza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *