lunedì , 1 Marzo 2021

Sanità, quale futuro per il Sociale con Azienda Zero?

Convegno sul futuro della sanità in Veneto, ieri sera, al Viest Hotel di Vicenza, organizzato dai quattro consiglieri provinciali Renzo Marangon, Morena Martini, Maria Cristina Franco e Giannantonio Gasparini, che hanno invitato i padovani Domenico Menorello e Clodovaldo Ruffato e i presidenti delle conferenze dei sindaci delle quattro Ulss vicentine Riccardo Poletto, Robertino Cappozzo, Martino Montagna e Giuseppe Danieli. All’incontro erano presenti un centinaio di persone.

“Abbiamo constatato, grazie anche agli ospiti, – ha sottolineato Marangon – che non è chiaro cosa succederà ai servizi sociali dopo l’approvazione e l’attuazione di questa legge proposta dalla maggioranza in Consiglio regionale”.

“Ma chi si occuperà del sociale?” hanno rilanciato i sindaci. Il presidente della Conferenza dell’Ulss 6 ha minacciato addirittura di sospendere il finanziamento all’Ulss nella sua veste di sindaco di Monteviale per la gestione del settore sociale, e di mantenere i fondi in municipio per una gestione assistenziale diretta ai cittadini.

“Noi amministratori locali, dopo aver analizzato bene questa proposta di legge, – ha detto Morena Martini, – non vediamo soluzione al problema: o meglio non c’è chiarezza. Come faranno i nostri comuni a dare risposte in campo sociale ai cittadini? dovranno arrangiarsi da soli? Purtroppo i tempi per l’approvazione della legge sono troppo stretti. La maggioranza ha stabilito che debba essere approvata entro il 31 dicembre, pertanto temiamo di non aver il tempo per discuterne serenamente e trovare delle soluzioni”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità