Breaking News

Profughi, dure critiche di Finco a Laura Puppato

“Allucinanti le affermazioni della senatrice Puppato sul tema dell’immigrazione. Grave che si voglia obbligare comuni e regioni ad ospitare clandestini che non hanno il diritto di stare sul nostro territorio”. A dirlo è il capogruppo della Lega Nord in Consiglio Veneto Nicola Finco, che interviene a seguito della presentazione a Roma, da parte della senatrice del Partito Democratico, di un’interrogazione urgente al Ministro Alfano perché proclami lo stato di emergenza per obbligare regioni e comuni ad accogliere nuovi migranti.

“Oltre  a citare erroneamente l’articolo 11 della Costituzione – afferma Finco -, che nulla ha a che fare con il diritto d’asilo, la senatrice Puppato dà una lettura del tutto personale dei dati che riguardano la presenza di immigrati sul territorio italiano. Se è vero che la prima accoglienza viene assorbita in maggior numero nelle regioni del sud, è altrettanto vero che, una volta stabilizzati, preferiscono vivere nelle regioni del nord, con i maggiori costi sociali che tutto questo comporta”

“I dati certi – continua il capogruppo della Lega Nord in Regione – ce li fornisce la Commissione nazionale per il diritto d’asilo, evidenziando in maniera chiara che, sul totale delle 64.886 domande presentate nel 2014, 36.330 sono state analizzate dalle commissioni competenti e solo 3649 (il 10%) hanno ottenuto lo status di profugo. Questo significa che stiamo mantenendo con i soldi dei contribuenti migliaia e migliaia di persone che non hanno alcun diritto di restare sul nostro territorio. Ricordo inoltre che il Veneto con i propri amministratori, di qualsiasi colore politico essi siano, da sempre dà prova di ospitalità ed accoglienza a chi ne ha veramente bisogno e a dimostrarlo sono le classifiche nazionali sugli indici di integrazione”.

“Se Puppato pensa di far dichiarare ad Alfano lo stato di emergenza per costringere i sindaci leghisti a ospitare profughi – evidenzia il consigliere leghista – temo si troverà a fare i conti con le centinaia di amministratori del Pd che saggiamente hanno rinunciato a ogni accoglienza per dare priorità agli indigenti italiani. Mi chiedo poi se Puppato non consideri che questo Paese, le Regioni e i Comuni, abbiano emergenze maggiori e più cogenti di cui occuparsi e su cui investire le cospicue risorse destinate ai migranti. Le ricordo che – conclude Finco – a giorni lei e il suo Governo azzereranno i fondi per gli esodati, ad esempio, mentre i veneti colpiti da tornado e frane ancora attendono un ristoro che non arriverà. Puppato cara, queste sono le emergenze nazionali”.

Un commento

  1. Francesco Cecchini

    Puppato e’ un esempio eclatante di ipocrisia politica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *