lunedì , 1 Marzo 2021

Non funziona il mercato alimentare in Viale Roma

Sembra che la sperimentazione, a Vicenza, dello spostamento del mercato alimentare del giovedì da piazzale del Mutilato a viale Roma non funzioni. Lo rivela Adriano Girardello, presidente vicentino della Fiva Confcommercio, l’associazione che rappresenta gli ambulanti, che parla di “ordinanze assurde, di disservizi e di mancato rispetto degli accordi presi inizialmente”, cose che starebbero rendendo la vita difficile agli operatori. Gli ambulanti avevano accettato il trasferimento temporaneo chiesto dal Comune, considerandolo anche un’opportunità per verificare il funzionamento di una location più facilmente accessibile. Ma ora, dopo tre mercati di fila caratterizzati da intoppi, il malumore e le proteste stanno crescendo tra i titolari dei banchi collocati sul marciapiede lungo viale Roma, dall’intersezione con viale Verdi in direzione della stazione.

Adriano Girardello
Adriano Girardello

“La buona volontà degli operatori sta per finire – ha commentato Girardello, rincarando la dose -. Gli uffici comunali preposti e Aim devono cambiare registro, perché gli ambulanti, che hanno accettato il trasferimento, devono già fare i conti con un calo di fatturato causato dalla diminuzione della clientela.  Chi ha frequentato in questi giorni il nuovo mercato alimentare di via Roma, o comunque è capitato in zona con l’auto, si è accorto fin subito che qualcosa non funzionava: poche persone tra i banchi, automobilisti disorientati da cartelli contraddittori, assenza di alcune transenne”.

“Dietro le quinte poi – continua Girardello -, anche la mancanza di un quadro elettrico, necessario agli operatori che sono stati invece obbligati ad arrangiarsi in qualche modo. Più di tutto preoccupa l’assenza dei clienti. Noi avevamo chiaramente chiesto che fosse consentito il transito delle auto anche nei giorni di mercato, perché chi fa acquisti di frutta, verdura e quant’altro, non può certo farsi a piedi centinaia di metri con le pesanti borse della spesa. Occorre comunque rivedere tutta la circolazione e la segnaletica della zona, altrimenti il danno per gli operatori sarà grave”.

La richiesta di Fiva Confcommercio di Vicenza è dunque quella di riaprire viale Roma, il giovedì mattina, in entrambi i sensi di marcia, facendo rispettare il limite di velocità di 30 chilometri orari. Ad una situazione già critica, si aggiunge poi un’ordinanza del settore mobilità e trasporti che fa andare su tutte le furie gli ambulanti. “Il Comune – aggiunge infatti Girardello – dispone che la posa della segnaletica di preavviso della chiusura di viale Roma sia a cura degli operatori del mercato. E’ una richiesta paradossale: ma come possono obbligare dei privati cittadini ad assumersi la responsabilità di collocare dei cartelli che cambiano la viabilità della zona? E se a causa di un mal posizionamento succede qualche incidente, chi risponde, l’ambulante? Non è pensabile”. Di qui, la richiesta di Fiva Confcommercio di un incontro urgente con gli assessori Filippo Zanetti e Antonio Dalla Pozza, per una verifica di ciò che non ha, fin qui, funzionato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità