Breaking News

Grisignano, torna “La Scienza in valigia”

Uno spettacolo per promuovere, divertendo, la cultura scientifica legata alla sostenibiltà ambientale. Si tratta di “La scienza in valigia”, realizzato da Marco Santarelli, esperto analisi delle reti e collaboratore storico dell’astrofisica Margherita Hack, con la quale ha ideato questo format di divulgazione. L’appuntamento è per il tardo pomeriggio di oggi, domenica il 25 ottobre, a Grisignano di Zocco. E’ la quattordicesima tappa di questo tour della scienza, un progetto scientifico-divulgativo che parte dal concetto di rete.

La rete è Internet, ma anche l’unione delle persone, l’incrociarsi di strade e autostrade, ed anche energia e social network. “Rete – spiega Santarelli – è anche quel filo che lega le scoperte scientifiche nel tempo. Rete è creatività e sviluppo. Con una serie di descrizioni che coinvolgono le persone attraverso semplici spiegazioni, si procederà alla dimostrazione delle proprietà dell’energia e della sua importanza nella trasmissione di messaggi e come produttrice di comunicazione”.

“L’obiettivo del mio impegno nei confronti della divulgazione scientifica – continua – è quello di rendere i cittadini consapevoli delle incredibili possibilità offerte dalla scienza, ma allo stesso tempo rispettosi e coscienti dei rischi che si possono nascondere dietro ad un comportamento di noncuranza e superficialità. La scienza, nonostante le molte eccellenze, ha bisogno di penetrare maggiormente nella cultura italiana, tanto che una recente classifica dice che tra i 3.200 scienziati più influenti nel mondo, meno del 2% è italiano”.

Ora tutto il meglio di questo spettacolo scientifico divulgativo è diventato anche un Cd, nel quale, con un linguaggio semplice e con un vettore universale come la musica si rendono accessibili anche complessi concetti scientifici.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *