martedì , 27 Aprile 2021

Donazione organi e carta d’identità, Schio c’è

Schio e la donazione degli organi, una questione… identitaria. Con una delibera della giunta, il Comune di Schio ha dichiarato di aderire al Progetto Ccm, La donazione organi come tratto identitario, che dà la possibilità ai cittadini di inserire, nel loro documento di riconoscimento, l’indicazione del consenso, oppure del diniego, a donare gli organi in caso di morte. Manifestare questa volontà, comunque, rappresenta soltanto una facoltà e non un obbligo.

Sembrano davvero remoti i tempi in cui, nel 1902, il chirurgo Alexis Carrel sviluppò una tecnica chirurgica di sutura in grado di congiungere due vasi sanguigni. Da questo momento fondamentale nello sviluppo della tecnica di trapianto degli organi, la medicina ha fatto progressi enormi. E, grazie all’esperienza acquisita negli ultimi decenni, oggi questa sostituzione chirurgica di un tessuto malato con uno sano può garantire al paziente ricevente buone qualità e aspettativa di vita.

Anche l’Italia ha raggiunto un ottimo livello di professionalità per quanto riguarda i trapianti, ma il punto critico rimane la disponibilità degli stessi organi. “La donazione di organi e di tessuti – spiega il sindaco di Schio, Valter Orsi – è un atto di grande umanità e solidarietà verso il prossimo, anche perché, per alcune patologie, il trapianto rappresenta davvero l’unica soluzione”.

Su questo argomento delicato, il compito di raccogliere le dichiarazioni di volontà dei cittadini è affidato al Sistema informativo trapianti, Sit, ma la normativa consente anche di esprimere le proprie decisioni in merito attraverso il documento di identità personale. Nei prossimi mesi, il personale interessato degli uffici anagrafe e comunicazione di Schio sarà adeguatamente formato in modo da dare concreta attuazione al Progetto Ccm, peraltro già attivo dal 2012 nei comuni di Perugia e Terni. L’iniziativa sarà promossa e spiegata ai cittadini attraverso un apposito piano di comunicazione e sensibilizzazione sul tema della donazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità