Breaking News

Basket, la Dynamo dice “niet” al Beretta Schio

Dalla Russia con… rammarico. Brucia, infatti, la sconfitta di misura, per 63-58, che il Famila Wuber Schio ha rimediato questa sera contro la Dynamo Kursk, nella terza giornata del girone A di Eurolega. Allo Sport Concert Complex, le arancioni hanno sempre dovuto inseguire le padrone di casa, fino a quando, a 21” dalla fine del match, sotto di 2 punti, 60-58, il Beretta ha avuto la possibilità di impattare, ma a causa di uno svarione in attacco il sogno della vittoria è sfumato.

Sono le 19 (le 17 in Italia) quando gli arbitri danno il via alla contesa. La partenza delle biancoblù della Dynamo è tanto folgorante, 9-0, da indurre Mendez a chiamare un minuto di sospensione dopo appena 90” di gioco. Alla ripresa delle ostilità, Schio comincia ad ingranare e si porta a ridosso delle avversarie, 11-10. Poi, però, Ogwumike e Miyem allungano di nuovo, 15-10.

Per buona parte del secondo parziale il Famila si mantiene a contatto delle avversarie e, sul 21-19, Walker fallisce l’aggancio a causa dell’1/2 ai liberi, 21-20. Da qui, le scledensi vanno incontro a quattro minuti di black out, durante i quali Sapova e Ogwumike portano la Dynamo a +11, 31-20. Sulla sirena, il centro fortunoso di Gatti riduce lo svantaggio a 9 punti, 31-22.

In apertura di terza frazione, Kursk si riporta a +11, 37-26, Walker firma il -7, 37-30, ma Osipova e Miyem ripristinano il massimo vantaggio, 41-30. Le arancioni non mollano mai, ma quando arrivano a -6, 42-36, la solita Ogwumike e la stella Augustus, fresca di titolo Wnba, ricacciano indietro le avversarie, 47-36.

Il copione dell’ultimo quarto sembra ricalcare gli altri, cioè prevede che Schio arrivi ad un passo dalle russe, per poi scivolare di nuovo indietro. Ma, a 21 secondi dalla fine, la trama dell’incontro potrebbe prendere una piega diversa. Siamo sul 60-58 e il Beretta ha in mano la palla del pareggio. Sottana, però, lancia la sfera tra le mani di Prince, che si invola verso il canestro. La play arancione blocca la guardia russa con un fallo, che viene giudicato antisportivo dalla terna arbitrale. È una decisione pesante, che concede non solo i due tiri liberi Dynamo, ma anche un extrapossesso. Prince fa solo 1/2 dalla lunetta, 61-58, ma poi è più precisa, 63-58. Negli ultimi secondi c’è solo confusione in campo e le russe conquistano la vittoria.

KURSK: Eldebrink 1, Miyem 4, Vidmer, Prince 14, Cheremisina, Jekabsone-Zogota 7, Sapova 4, Osipova 2, Ogwumike 27, Augustus 4, Sema, Levchenko

SCHIO: Yacoubou 13, Gatti 6, Sottana 6, Battisodo, Anderson 10, Masciadri 2, Lisec, Walker 16, Zandalasini, Ress 5, Macchi, Bestagno

Ecco gli altri risultati del girone A:

  • Kosice – Galatasaray 54-49
  • Sopron – Avenida 73-67
  • ESBVA-LM – Istanbul, 55-69

Classifica: Schio, Kursk, Kosice e Istanbul 5, Avenida, ESBVA-LM, Galatasaray e Sopron 4

Ilaria Martini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *