Breaking News

Basket femminile, vittoria in Umbria per il Famila Schio

Le arancioni vincono ancora, ma quanta fatica! Nella terza giornata di andata dell’Almo nature cup, il Famila Wuber Schio si è imposto, per 60-91, sulla Pallacanestro femminile Umbertide targata Acqua&Sapone, ma senza brillare. Complice, forse, la stanchezza per l’impegno infrasettimanale in Turchia (Eurolega), o forse la mancanza di una certezza come Walker, ferma ai box per un piccolo taglio al volto rimedito ad Istanbul, fatto sta che le scledensi hanno messo a referto questo successo senza la consueta scioltezza.

Al PalaMorandi, le prime fasi della partita sono concitate. Chi si aspettava una partenza bruciante delle campionesse d’Italia è rimasto deluso. Infatti, dopo 5’ di gioco, il punteggio è quasi in parità, 10-11 per le ospiti. Poco dopo arriva il vantaggio delle biancoblù di Umbertide, con Tikvic che alza la parabola e supera la difesa di Yacoubou, 12-11. Il Famila arriva a +10, 16-26, ma un tiro da tre di Simmons accorcia le distanze, 19-26.

Nella seconda frazione, le scledensi sembrano aver preso il ritmo. Con un libero di Anderson e due triple di Macchi, si portano infatti a +14, 19-33. Il minuto di sospensione chiesto dal coach biancoblù Serventi si rivela provvidenziale. Alla ripresa del gioco le sue ragazze si spingono a -5, 32-37, ma la loro rincorsa viene stoppata dalle giocate di Sottana e Macchi. È proprio dell’ala varesina il centro, da oltre sette metri, che chiude i primi venti minuti di gara sul punteggio di 34-45.

Dopo il piazzato di Anderson e l’1/2 ai liberi di Simmons, il tabellone segna 35-47. Masciadri, Anderson e Gatti cominciano a recitare la tabellina del tre. Aggiungendo i piazzati di Yacoubou e togliendo i cinque punti della solita, e solitaria, Simmons, il vantaggio del Famila è di 23 lunghezze, 40-63. Mancano 4’ alla fine del parziale e Schio continua a spingere con Masciadri e Bestagno. Dall’altra parte, oltre all’ennesimo centro di Simmons (sono suoi 8 dei 9 punti segnati dalle padrone di casa in questo quarto), Agunbiade mette un tiro libero, così, dopo tre parziali in campo, il risultato è di 43-71.

L’arancione Lisec apre le marcature dell’ultima frazione, 43-73, mettendo a referto i suoi primi due punti in stagione. Poco dopo concede il bis, 46-77. In questo quarto segnano anche Battisodo, 46-79, e Zandalasini, 46-80 e questo fa sì che tutte e undici le giocatrici scledensi scese in campo siano andate a punti (e sei su undici contano uno score in doppia cifra). Per quanto riguarda le umbertidesi, nelle ultime fasi dell’incontro sono arrivati buoni segnali da Milazzo e Cabrini, rispettivamente sette e quattro punti realizzati. Ma il risultato finale, 60-91, dimostra che c’è ancora tanta strada da fare.

UMBERTIDE: Tikvic 9, Cabrini 6, Dell’Olio, Moroni, Pertile 10, Milazzo 11, Simmons 19, Sarni 2, Markovic, Boni, Fusco, Agunbiade 3

SCHIO: Yacoubou 11, Gatti 3, Sottana 13, Battisodo 2, Anderson 10, Masciadri 11, Lisec 4, Zandalasini 1, Ress 8, Macchi 16, Bestagno 12

Ecco gli altri risultati della terza giornata:

  • Cagliari – Venezia 54-65
  • Vigarano – Lucca 59-85
  • Battipaglia – Ragusa 54-72
  • Parma – Napoli 82-72
  • Sesto San Giovanni – Torino 58-75
  • San Martino di Lupari – Orvieto 74-63

Ilaria Martini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *