lunedì , 1 Marzo 2021
Vicenza, il Bacchiglione in piena, qualche anno fa, a Ponte degli Angeli
Vicenza, il Bacchiglione in piena, qualche anno fa, a Ponte degli Angeli

Alluvioni e Protezione civile, Vicenza fa scuola in Europa

Esercitazione di protezione civile, sabato 10 ottobre, a Vicenza. Si terrà a ponte degli Angeli e in piazza Matteotti, nell’ambito del progetto europeo “Achelous”. E’ l’evento finale di una serie di esercitazioni sul campo organizzate dalla Prefettura di Virovitica Podravina, in Croazia, dalla Città di Skopje (Macedonia), dal Comune di Arad (Romania), dal Comune di Borino (Bulgaria) e dal Comune di Paggaio (Grecia), partner del progetto europeo. Hanno preso parte al progetto, come partner tecnici, anche l’università di Padova, l’università greca di Thessaly e l’organizzazione non governativa ungherese For the North Great Plain Region Nonprofit Ltd.

Il programma del progetto Achelous è stato presentato oggi a Vicenza, nella sala degli Stucchi di palazzo Trissino, dall’assessore alla sicurezza e alla protezione civile, Dario Rotondi, dall’assessore alla protezione civile del Comune di Montegalda, Gioacchino Pretto, dal sindaco di Caldogno Marcello Vezzaro, dall’ingegner Francesco Baruffi, dell’Autorità di bacino e dal direttore del settore Infrastrutture, gestione urbana e protezione civile del Comune di Vicenza, Diego Galiazzo.

L’esercitazione coinvolge il Distretto locale del rischio idraulico (Lrd, Local Risk District) composto dai comuni di Vicenza, Caldogno, Longare, Montegalda e Montegaldella. Sarà anche un’importante occasione per la condivisione delle conoscenze tra i sindaci dei comuni del Distretto, che rappresentano le massime autorità locali di protezione civile, sul tema della gestione delle emergenze idrauliche. Scopo primario dell’esercitazione è infatti la condivisione con i partner delle pratiche in uso nel nostro territorio relativamente al funzionamento del sistema italiano e locale di Protezione Civile. Molto importante sarà il contributo, nell’esercitazione, dell’Autorità di bacino dei fiumi Isonzo, Tagliamento, Livenza, Piave e Brenta-Bacchiglione, quale partner del progetto europeo WeSenseIt.

L’esercitazione fa riferimento all’alluvione che ha colpito la città il 31 ottobre e 1 novembre 2010, ed è strutturata in due sessioni. La prima a Vicenza prevede l’attivazione delle strutture di comando (Centro Operativo Comunale), l’utilizzo delle tecnologie informatiche della protezione civile e la predisposizione dei presidi antialluvione. La seconda si svolge a Montegalda. “Achelous – ha spiegato l’assessore Rotondi – è un progetto europeo di rilievo per il quale il Comune di Vicenza è capofila e al quale partecipano altre sei nazioni europee per confrontare le esperienze in materia di protezione civile riferita alle emergenze idrauliche, su di cui Vicenza è specializzata per gli eventi calamitosi che negli scorsi anni hanno colpito la città”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità