martedì , 27 Aprile 2021

4 novembre, le celebrazioni di Schio

“Il 4 novembre 1918 terminava la Grande Guerra, un conflitto terribile che ha segnato in modo profondo l’inizio del secolo scorso, determinando radicali trasformazioni politiche e sociali. Quel giorno giungeva a compimento il processo di unificazione del Paese, il traguardo di un lungo e travagliato cammino, raggiunto attraverso il sacrificio nei campi di battaglia ed un enorme sforzo collettivo. La celebrazione del Giorno dell’Unità Nazionale e delle Forze Armate serve a mantenere viva tra le nuove generazioni una coscienza collettiva sulle radici dell’identità nazionale”.

E’ la riflessione con cui il Comune di Schio presenta il suo programma di celebrazioni per il Giorno dell’unità nazionale e delle Forze armate, mercoledì 4 novembre. Il ricordo scledense di quegli eventi e del loro significato inizierà alle 9.00 al Parco Donatori di sangue, dove sarà scoperta la targa della fontana che è stata ristrutturata e che sarà messa in funzione nell’occasione. Si proseguirà poi con l’alza bandiera, accompagnagnato dall’inno di Mameli suonato dall’orchestara della Scuola Media Fusinato.

Il corteo, che si snoderà lungo le vie del centro, giungerà poi al Chiostro Ossario della Santissima Trinità, dove si svolgerà la cerimonia commemorativa con l’orazione ufficiale, letture sulla Grande Guerra, degli studenti della scuola media Battistella, e la celebrazione della messa. Il coro Ges animerà alcuni momenti della cerimonia. Parteciperanno inoltre altre scuole cittadine con una rappresentanza di studenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità