Vicenza, tornano arte, design e gusto a Borgo Berga

A un anno dall’inaugurazione al pubblico, nuovo evento, a Vicenza, domenica 4 ottobre nella piazza verde di Borgo Berga. Si tratta di “Design Rendez-vous”, una giornata che unisce arte, innovazione e tradizione, aperta al pubblico dalle 10 alle 20, nella quale verranno proposti i dipinti di Elisa Rossi, giovane pittrice veneta, appena rientrata da un’esperienza a New York. Le sue opere, per l’occasione raccolte nel percorso espositivo “TraME”, sono state esposte in prestigiosi spazi dedicati all’arte contemporanea in Italia e all’estero, non da ultima la Biennale di Venezia. La mostra sarà visitabile fino al 4 novembre il mercoledì, giovedì e venerdì dalle 16 alle 19 ad ingresso libero.

Protagonisti della giornata saranno anche i prodotti realizzati da tanti designer del territorio. Tappeti e gioielli, vasi e occhiali, elementi d’arredo ed anche prototipi. Si tratta di proposte di Zerogloss, Paolo Donadello, IVDesign.it, 121 Vecchia Ferriera, Punto Ottico Humaneyes, Isai Design Academy, Nadine Sciara e Icona Arredamenti. Previsto anche uno spazio dedicato ai piaceri del palato, con  lo show cooking di Stefano Caoduro che, a partire dalle 18.30, offrirà una dimostrazione di cucina. Per l’intera durata della manifestazione sarà possibile parcheggiare gratuitamente nel nuovo parcheggio sotto piazza Pontelandolfo. Per informazioni visitare il sito www.borgoberga.it o telefonare al numero verde 800.978.499

Per quanto riguarda l’evento principale, ovvero la mostra “TraME”, il percorso espositivo racconta il mondo pittorico di Elisa Rossi facendo emergere in maniera forte l’organizzazione seriale delle opere e il grande interesse che l’artista rivolge alla figura femminile, soprattutto nella dimensione domestica. Il risultato è una mostra che sottolinea l’ambito narrativo intimo e privato entro cui si muovono le sue figure e, al contempo, svela piccoli istanti della loro storia.

Tra le altre, in mostra, si potranno ammirare alcune opere della serie Scrittura privata, progetto realizzato a china e pennarello su carta o tela e dedicato alla riflessione sulla manualità del gesto legato alla ripetizione di molte attività artigianali femminili. Ed ancora, della serie Corredo, in cui l’esecuzione pittorica racconta la ripetitività delle pratiche femminili del merletto e del ricamo, e della serie Limine nella quale l’attenzione è riservata a tappeti, merletti, veli e scale.

Nata a Venezia nel 1980, Elisa Rossi vive e lavora a Montebelluna. Dal 2002 partecipa a numerose mostre collettive e personali in Italia e all’estero ed espone presso alcuni spazi prestigiosi dedicati all’arte contemporanea, come la Fondazione Bevilacqua La Masa di Venezia, Villa Manin di Passariano (Udine), il Palazzo della Permanente di Milano, il Mart di Rovereto e la Biennale di Venezia. Vincitrice di numerosi premi, è reduce da una residenza artistica di tre mesi a New York.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità