Breaking News

Vicenza, Sportello unico per l’edilizia presto digitale

Lo Sportello unico per l’edilizia del Comune di Vicenza va verso la semplificazione. Dal 15 settembre infatti le pratiche dovranno tutte essere digitali. Già il Suap, lo Sportello unico per le attività produttive, ha fatto notevoli passi avanti, negli ultimi anni, per facilitare la presentazione delle pratiche da parte degli utenti (permessi di costruire, Scia, Sia, cila, Cil, autorizzazioni paesaggistiche, nulla osta, pareri). Nel contempo ha attivato procedure a favore della dematerializzazione dei documenti e della sburocratizzazione amministrativa. “La conseguenza – sottolinea una nota in proposito del Comune di Vicenza – è stata l’abbattimento dei costi per imprese e pubblica amministrazione, con risparmio di carta, di spese postali, di costi di trasporto, e di tempi di attesa agli sportelli. Questo ha comportato anche un ridotto numero di dipendenti impegnati allo sportello e la totale assenza di code”.

“Tra pochi giorni – continua il Comune di Vicenza – prenderà il via una nuova e significativa innovazione che riguarderà il Sue, sportello unico per l’edilizia: dal 15 settembre 2015 tutte le pratiche e gli adempimenti da presentare al Sue dovranno avvenire attraverso il portale unico www.impresainungiorno.gov.it e non sarà quindi più possibile utilizzare la Pec. Questo sistema, in vigore già dal marzo 2013 per le pratiche relative ad immobili ad uso artigianale, commerciale ed industriale (Suap), ora potrà essere utilizzato anche per edifici ad uso privato, le cui pratiche verranno presentate da professionisti. Sarà comunque sempre possibile la presentazione in forma cartacea che potrà essere utilizzata più agevolmente dai privati cittadini. I professionisti sono stati informati nei giorni scorsi della variazione apportata tramite una email”.

Il percorso verso la semplificazione delle procedure al Suap è iniziato alcuni anni fa. Dal marzo 2013 i professionisti possono presentare pratiche al Suap anche in via telematica attraverso il portale www.impresainungiorno.gov.it con accesso dal sito www.comune.vicenza.it: si tratta del Suap camerale, una piattaforma web realizzata dalle Camere di Commercio e promossa dalla Regione Veneto. Era comunque ancora possibile conseganre i documenti cartacei agli sportelli e via Pec (quest’ultima modalità introdotta nel marzo 2011). Nell’agosto 2014 è stato fatto un altro passo avanti, con l’avvio di un sistema di prenotazione online degli appuntamenti al Suap. Infine nell’ottobre 2014 sono state aggiornate le tariffe dei diritti di segreteria che prevedono una notevole riduzione nel caso di presentazione della richiesta in via telematica.

L’estensione del Suap camerale al Sue (ricordiamo, Sportello unico per l’edilizia) ha degli evidenti vantaggi per l’ente comunale: il facile reperimento delle pratiche, la totale trasparenza dei procedimenti poiché ogni passaggio è visibile dall’utente ed ogni comunicazione risulta immediata, la riduzione del costo di archiviazione delle pratiche. L’utente esterno beneficerà della riduzione di costi in stampe, raccomandate e diritti di segreteria, l’iter istruttorio sarà più rapido e i procedimenti saranno omogenei a livello regionale.

“Una pratica edilizia media – ha spiegato l’assessore alla semplificazione e innovazione Filippo Zanetti – presentata in forma cartacea ha il valore di 50-100 euro e per ottenere le varie autorizzazioni deve transitare fisicamente da un palazzo all’altro e da un ente all’altro prevedendo spese di spedizioni pari a circa 25 euro per ogni pratica. E’ evidente quindi di che portata siano i vantaggi che derivano dal trasferimento di un’intera pratica in un supporto digitale, come una chiavetta, che può contenere centinaia di pratiche, e ancor di più in un portale come quello del Suap camerale, un grande archivio che conserva tutte le pratiche e che consente una rapida ricerca e maggior celerità anche per le autorizzazioni. Visti i notevoli vantaggi nell’utilizzo del Suap Camerale abbiamo richiesto e ottenuto dalla Regione la possibilità di estenderlo anche allo sportello unico per l’edilizia privata”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *