Il goal del pareggio del Vicenza, su rigore
Il goal del pareggio del Vicenza, su rigore, calciato da Gatto

Vicenza, pareggio in extremis contro il Pescara

Gara scoppiettante e ricca di emozioni al Menti dove il Vicenza ha trovato il pareggio all’ultimo secondo grazie al rigore trasformato da Gatto che fa dimenticare, almeno in parte, l’errore di Giacomelli dal dischetto nel primo tempo. Scelte obbligate in difesa per mister Marino a causa dei numerosi infortuni: Sampirisi si sposta al centro, Laverone gioca a sinistra.

Primo tempo vivace con tante occasioni da entrambe le parti ma il punteggio rimane fermo sullo 0-0 anche se la partita può sbloccarsi al 12′ quando Torreira stende Giacomelli in area, l’arbitro non ha dubbi e assegna il rigore. Dal dischetto parte Giacomelli ma la sua conclusione è da dimenticare: Fiorillo rimane fermo e si ritrova la palla fra le braccia. Vicenza e Pescara si sfidano a viso aperto senza risparmiare colpi. Al 29′ un super Vigorito dice no a Lapadula che solo davanti al portiere prova la conclusione ma il numero uno biancorosso col piede salva tutto. Allo scadere dei primi quarantacinque minuti le due squadre hanno un’occasione a testa per passare in vantaggio. Prima i veneti al 41′ quando Vita supera Fiorillo con un pallonetto, Galano si lancia sulla sfera ma Zampano si immola e con la schiena blocca il pallone. Al 45′ Cocco serve Torreira che calcia di prima intenzione dal limite, palla fuori di un soffio.

All’inizio della ripresa il Vicenza, dopo gli errori del primo tempo, può sorridere. Al 50′ Raicevic si libera benissimo e dal limite fa partire un destro potente che spiazza Fiorillo. Per l’attaccante biancorosso si tratta del primo gol in campionato. La gioia dei veneti dura solo fino al 66′ quando Lapadula anticipa Vigorito e di testa spedisce la palla in rete tra le proteste del Vicenza che reclama un fallo in attacco del marcatore. La squadra di Marino rischia grosso al 74′ quando Vigorito deve superare se stesso per bloccare una conclusione di Lapadula, ma all’80’ deve piegarsi a Memushaj. Grande giocata di Verre che serve Memushaj: destro dal limite sul primo palo e palla in rete, niente da fare per Vigorito.

Nel finale gli animi in campo si surriscaldano: l’arbitro estrae il rosso diretto per Laverone dopo una gomitata del biancorosso a Torreira, pochi secondi dopo Memushaj commette un fallo su Sampirisi e si becca il secondo giallo che significa espulsione. Quando ormai tutto sembra finito per il Vicenza si accende la speranza all’ultimo minuto di recupero. Pinato viene toccato in area da Torreira e cade, l’arbitro indica il dischetto. Dagli undici metri parte Gatto: conclusione centrale ma potente che spiazza Fiorillo. Il Menti si infiamma e i biancorossi possono tirare un sospiro di sollievo anche se si tratta del terzo paraggio consecutivo che in questo caso assume valore essendo ottenuto nei secondi finali.

VICENZA-PESCARA 2-2

VICENZA (4-3-3): Vigorito; D’Elia, El Hasni, Sampirisi, Laverone; Vita (26′ st Pinato), Urso (1′ st Modic), Cinelli; Galano, Raicevic (20′ st Gatto), Giacomelli. A disp.: Marcone, Bianchi, Vio, Crestani, Massaro, Pettinari, Vita. All. Marino.

PESCARA (4-3-1-2): Fiorillo; Fiamozzi, Zuparic, Fornasier, Zampano; Benali (30′ st Mandragora), Torreira, Memushaj; Valoti (1′ st Verre); Cocco (13′ st Caprari), Lapadula. A disp.: Aldegani, Bunoza, Mignanelli, Selasi, Mitrita, Cappelluzzo. All. Oddo.

ARBITRO: Pezzuto di Lecce

MARCATORI: st 5′ Raicevic (V), 21′ Lapadula (P), 35′ Memushaj (P), 51′ rig. Gatto (V)

NOTE: pomeriggio nuvoloso, terreno in discrete condizioni. Espulso Laverone (V) per gioco scorretto e Mamushaj (P) per somma di ammonizioni. Ammoniti: Sampirisi, Cinelli e Giacomelli (V) per proteste; Gatto (V) per comportamento non regolamentare; Mandragora, Caprari (P), Vita (V) per gioco scorretto. Recuperi: pt 1′; st 7′.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *