Provinciavicenzareport

Recoaro, nuovo incendio nell’albergo dei profughi

Un altro incendio, anche stavolta doloso, ha interessato l’albergo “Il Bersagliere” in via Campogrosso a Recoaro. La struttura, che doveva ospitare 50 profughi, era già stata bersaglio di un tentativo di incendiarla qualche giorno fa. Gli autori, al momento ignoti, sono entrati senza forzare nulla in quanto il proprietario ha lasciato aperte tutte le vie di accesso allo scopo di arieggiare i locali. Hanno cosparso di benzina i materassi di due camere al primo e terzo piano. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco di Schio e i carabinieri di Recoaro Terme.

A questo proposito c’è da segnalare un intervento del Comitato di cittadini Prima Noi, un comitato anti profughi, o anti “falsi profughi”, come dicono i suoi componenti. Il comitato era intervenuto subito, nelle settimane scorse, sulla questione del trasferimento, da Valdagno, di una cinquantina di migranti in quest’albergo di Recoaro Terme. Era intervenuto, naturalmente, manifestando tutta la sua contrarietà. Ora prende le distanze dagli autori del rogo.

“Sembra che stamane – si legge in una nota del comitato – ci sia stato un nuovo tentativo di incendio all’albergo Il Bersagliere, di Recoaro, che in settimana accoglierà una cinquantina di sedicenti profughi. Tanto per essere chiari, visto i tanti soggetti in mala fede che circolano dalle nostre parti intrisi di dogmi ideologici buonisti, ribadiamo la nostra ferma condanna verso azioni propedeutiche a rafforzare i sostenitori dell’accoglienza senza se e senza ma. Chi come noi da due mesi organizza iniziative per spiegare le ragioni della propria contrarietà a questo fenomeno migratorio, agisce alla luce del sole e non all’ombra delle tenebre, perciò è del tutto evidente che è il movimento popolare contrario a questo tipo di accoglienza ad essere maggiormente penalizzato da queste azioni e non chi invece appoggia nei fatti i traffici di mercanti umani”.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti potrebbe interessare...
Close
Back to top button