Breaking News

Partono a Vicenza i lavori sul piazzale della stazione

Prendono il via, a Vicenza, lunedì 14 settembre, e dureranno una sessantina di giorni, i lavori di riqualificazione dell’area di sosta sul lato est del piazzale della stazione ferroviaria. Con una spesa di 128 mila euro si procederà alla riorganizzazione di più di 40 posti auto, compresi quelli per le persone diversamente abili, oggi relegati in un’area che richiede manovre scomode, e quelli per la sosta brevissima di coloro che accompagnano o attendono l’arrivo di qualcuno ai treni. Il progetto, inoltre, prevede la definizione dei percorsi pedonali e ciclabili dell’area, oltre ad interventi all’illuminazione e la posa di una nuova rete delle acque meteoriche.

Durante i lavori la capacità di sosta del piazzale sarà ovviamente ridotta e, per questo, il disco orario presente attualmente per 30 minuti sarà portato a 15 minuti, con l’invito a chi deve sostare più a lungo a scegliere soluzioni alternative. A seconda dello stato di avanzamento del cantiere, l’entrata e l’uscita dal piazzale subiranno modifiche. Si parte dalla rimozione della vecchia garitta dei taxi e della cordonata che sta tutt’attorno, con l’obiettivo di ricavare nuovi stalli e guadagnare spazio per invertire, a lavori conclusi, l’accesso all’area, in modo da evitare i rigurgiti che oggi si formano in rotatoria nelle ore di punta. La seconda fase prevede invece lavorazioni sulla parte più a est del piazzale, garantendo entrata ed uscita dei veicoli dall’attuale varco vicino alla rotatoria di viale Venezia – viale Roma. Infine, nella terza fase del cantiere, che interesserà la parte più a ovest del piazzale, l’entrata e l’uscita dei veicoli saranno consentite dal varco più ad est, su viale Venezia.

L’intervento rappresenta la prima fase di una completa riqualificazione del piazzale esterno della stazione ferroviaria la cui competenza, secondo quanto previsto da una convenzione che risale al 1928, è del Comune che ha però condiviso ogni scelta progettuale con Reti ferroviarie italiane e Centostazioni. Alla sistemazione dell’area di sosta sul lato est della stazione, seguirà infatti la riqualificazione del parcheggio per le biciclette che si trova a ovest, in prossimità della stazione Ftv e, successivamente, dell’area centrale di fronte all’uscita dalla stazione.

Per quanto riguarda il bicipark ad ovest, con 140 mila euro di spesa, sarà installato un sistema di videosorveglianza collegato al comando della polizia locale, predisposto un nuovo sistema di illuminazione notturna, realizzata una recinzione alta due metri, costruita una garitta per il servizio di guardiania, installati tre cancelli apribili autonomamente dagli abbonati con tessere magnetiche, predisposto il collegamento per il parcheggio di dieci delle biciclette elettriche che il Comune ha in comodato per i suoi dipendenti e che metterà anche a disposizione dei turisti. Fuori dall’area recintata, inoltre, sarà attrezzata una zona non custodita per la sosta libera delle biciclette destinata in particolare agli accessi occasionali di chi, sprovvisto di abbonamento, non potrà accedere al bicipark in assenza del custode della onlus a cui sarà assegnato la gestione.

Il terzo e ultimo stralcio della riqualificazione riguarderà, come detto, l’area centrale di fronte all’uscita dalla stazione. Il valore complessivo dell’intervento si aggira sui 750 mila euro: 450 mila finanziati dal Comune, in parte con fondi Prusst (140 mila) e il resto attraverso l’accensione di un mutuo, e 300 mila euro da Centostazioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *