Una casa semidistrutta nei giorni scorsi, nel bassanese, da una tromba d'aria
Una casa semidistrutta nei giorni scorsi, nel bassanese, da una tromba d'aria

Maltempo, Zaia ha dichiarato lo Stato di crisi

Con un decreto, firmato oggi, il presidente della Regione del Veneto Luca Zaia ha dichiarato lo Stato di crisi per i danni causati dal maltempo del 14 settembre scorso e verificatisi in alcune zone del trevigiano, del padovano, del bellunese, del vicentino e del litorale veneziano. Lo Stato di crisi, ai sensi delle leggi in vigore, costituisce declaratoria di “evento eccezionale”. Il provvedimento è suscettibile di integrazioni qualora altri enti dovessero segnalare danni e disagi riconducibili agli stessi eventi meteo eccezionali.

Con il decreto firmato da Zaia, è riconosciuta l’attivazione delle componenti professionali e volontarie del sistema regionale di Protezione civile per garantire il coordinamento e l’assistenza agli Enti locali per l’intervento di soccorso e il superamento dell’emergenza. La sezione Protezione civile della Regione è inoltre autorizzata, qualora gli enti e le strutture competenti formulassero specifiche richieste, a ricorrere alle risorse del Fondo regionale di Protezione civile, nei limiti della disponibilità di bilancio.

Grazie a questo sarà possibile l’attivazione del volontariato, ove necessario, in affiancamento all’opera delle strutture periferiche pubbliche. Saranno possibili anche interventi di carattere urgente, necessari a garantire la pubblica incolumità, e le operazioni di soccorso e assistenza alla popolazione. Potranno anche essere acquisite, con procedure d’urgenza, attrezzature e mezzi necessari per fronteggiare situazioni di emergenza. Viene infine “fatta riserva di trasmettere il decreto alla presidenza del Consiglio dei ministri allo scopo di richiedere l’eventuale dichiarazione di Stato di emergenza, di competenza governativa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *