Breaking News

Imprenditore del bassanese si toglie la vita

Ennesimo caso di suicidio di un imprenditore in difficoltà, in Veneto. E stavolta la tragica scelta è stata fatta da un imprenditore della nostra zona, Edoardo Alberton, 53 anni, di Rosà, che si è tolto la vita nel capannone della sua azienda di trasporti, a Romano d’Ezzelino, domenica mattina. Alla base del gesto sembra ci siano soprattutto cause economiche,  le cattive acque in cui navigava la sua società ed in particolare una esposizione verso l’erario per Iva non versata. Implacabile, il sistema non perdona ed alcuni giorni fa all’uomo era stata notificata una istanza di fallimento. La notizia ha destato profondo cordoglio nella zona, e un po’ in tutto il bassanese, dove Alberton era molto conosciuto.

La questione dell’Iva non versata deve aver influito non poco sugli eventi, innescando un ciclo vizioso fatale per l’azienda e per l’uomo. A conferma di questo potrebbe esserci anche una riflessione che viene fatta sull’episodio dal presidente dei Giovani Imprenditori di Confindustria Veneto, Giordano Riello. “Ogni suicidio a sfondo economico – scrive Riello in una nota –  è un gesto disperato che risulta ancor più inaccettabile se causato non dalla crisi, ma dal fatto di non riuscire a pagare l’Iva. In particolare il sistema che prevede il pagamento dell’imposta sul valore aggiunto anche sui fallimenti è perverso, perché significa per un imprenditore dover pagare una tassa sui crediti non incassati, a causa del fallimento del cliente”.

“Si innesca così un circolo vizioso che trascina anche il creditore nel vortice della difficoltà economica e dell’indebitamento, con il rischio di non riuscire a pagare dipendenti, fornitori e di dover chiudere a sua volta. Come Giovani Imprenditori di Confindustria Veneto chiediamo pertanto al governo di porre come prioritario una revisione del sistema di pagamento dell’Iva, perché riteniamo profondamente ingiusta la tassa nelle situazioni fallimentari”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *