Breaking News

Finco: “A Bassano non c’era un Tribunale di campagna”

“Il ministro della Giustizia, figlio di un governo che ha depenalizzato 157 reati, molti dei quali contro il patrimonio e la persona, viene in Veneto a pontificare sulla bontà della chiusura del Tribunale di Bassano, attribuendone la colpa alla Lega e a Zaia. Peccato che il ministro dimostri di non conoscere un aspetto fondamentale della questione: quel Palazzo di Giustizia, per il quale Zaia lotta da anni, non era una sede periferica o distaccata ma un vero e proprio tribunale, che avrebbe dovuto restare aperto, se la Severino e il governo Monti non ne avessero decretato la morte. Orlando dica la verità, o studi la materia: è allucinante che il ministro della Giustizia commetta errori così marchiani, definendo tribunali di campagna strutture che servono 200.000 cittadini e migliaia di aziende”.

Nicola Finco
Nicola Finco

E’ così che il capogruppo della Lega Nord in Consiglio regionale, Nicola Finco, attacca il ministro Orlando dopo le sue dichiarazioni alla festa del Pd, di Padova.

“Io capisco – continua – che durante tali eventi si usi parlare a una platea, diciamo così, condiscendente. Ma le bugie hanno le gambe corte, caro ministro. Non so infatti se dipenda da malizia o da non conoscenza dei fatti quanto dichiarato in merito al Tribunale di Bassano, considerato (cito testualmente) palazzo ‘di campagna’ dove ‘si fa tutto e nulla bene’. Stia sereno, ministro: Bassano era un esempio di virtuosità giudiziaria finché il governo Monti, appoggiato dal Pd, non ne ha deciso la chiusura, trasferendo migliaia di procedimenti a Vicenza e congestionando anche il Palazzo del capoluogo. Per cui, caro Orlando, prima di esternare su cose che non conosce, o finge di non conoscere, si informi”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *