Breaking News

Vicenza, 110 mila euro per sistemare i parchi cittadini

C’è anche la manutenzione delle aree verdi della città tra gli interventi di cura urbana che sta portando avanti ll Comune di Vicenza. Parco Fornaci, ad esempio, sul quale si è intervenuti di recente, ma anche altri importanti luoghi sono oggetto di riqualificazione o lo saranno presto. 110 mila euro è invece la spesa programmata per questi interventi sul verde pubblico. I lavori sono già stati eseguiti, come dicevamo, nei parchi Fornaci e Città. Successivamente si procederà con parco Querini, Giardino Salvi, parco Retrone e al parco di villa Tacchi. Tra i lavori effettuati anche quelli su piazza Casa Nostra, sul Museo naturalistico e archeologico di Santa Corona, su viale X Giugno e sul parco Giochi di via Giuriato.

L’assessore alla cura urbana del Comune di Vicenza, Cristina Balbi, è stata oggi in sopralluogo a Parco Fornaci, che ora ha una terrazza solarium e un’area ricreativa, entrambe riqualificate. E’ anche stata sostituita la pavimentazione in doghe di legno, deteriorate, con betonelle colorate che assicurano lunga durabilità. Inoltre è stata rinnovata la recinzione della pista da skateboard, mancante in alcuni tratti. Il parco ha nuove sedute in plastica riciclata e polvere di legno, i fontanini sono stati ripristinati e adeguati con nuova rubinetteria , messi in sicurezza i vani tecnici e sistemato il cancello principale, le finestre e la porta dei bagni.

“Il lavoro fatto su alcuni parchi ed aree verdi, che proseguirà nei prossimi mesi – ha commentato l’assessore alla cura urbana Cristina Balbi -, è stato pianificato sulla base delle segnalazioni dei cittadini. Siamo così intervenuti, con la progettazione curata dal settore verde pubblico del Comune, per effettuare una manutenzione mirata alla messa in sicurezza di zone deteriorate. Con i prossimi interventi possiamo pensare di migliorare ulteriormente l’aspetto del parco. Una della prossime proposte sarà di attivare la fontana dell’area ricreativa che raggiunge il vicino laghetto per rendere ancora più gradevole il tempo trascorso in questo spazio. Con lo stesso spirito siamo intervenuti, e continueremo a farlo, in altri parchi particolarmente frequentati”.

Durante l’estate i lavori hanno interessato anche Parco Città dove sono stati consolidati i percorsi in betonelle e le sponde di sostegno, è stata sistemata l’area giochi con il rinnovo del castello scivolo e la sistemazione delle zone di caduta e con nuovi seggiolini per l’altalena; inoltre sono stati riqualificati muretti in klinker e 20 panchine, oltre che le sedute dell’anfiteatro; e poi sono stati ripristinati i fontanini per una spesa di 12.000 mila euro, iva compresa. Altri interventi sono previsti in settembre a parco Querini, dove verrà effettuato il diradamento selettivo del boschetto, messa in sicurezza la rampa di accesso all’Astichello, rinnovato il patrimonio arboreo e sistemato il vialetto peschiera e il vano contatori.

Al Giardino Salvi verrà installato un nuovo parapetto sulla roggia Seriola verso l’ingresso di piazzale Mutilato. Verrà rifatto il sottofondo della fontana dei cavalli con adeguamento dell’impianto di riciclo e di irrigazione della fontana. Verranno poi sistemate le alberature e realizzata una nuova tabella illustrativa del parco. A parco Retrone verranno sistemati i percorsi personali e adeguati i ponticelli e l’arredo. Inoltre la ciclabile Gogna verrà rialzata. Verrà infine riqualificato il parco di villa Tacchi ed in particolare i suoi vialetti.

Piazza Casa nostra è stata invece riqualificata con l’abbattimento di 8 piante che avevano sollevato irreparabilmente il marciapiede, impraticabile da diverso tempo, e che si trovavano alla fine del loro ciclo vitale. Sono state sostituite da 12 piante che ora decorano la piazza in modo ordinato attorno alle quali è stato anche sistemato il marciapiede, ora percorribile in sicurezza. Al museo naturalistico e archeologico di Santa Corona 4 mila euro sono stati investititi per mettere in sicurezza il muro di recinzione con paramenti storici che si affaccia sul parcheggio a due piani, con il taglio delle piante infestanti nate spontaneamente, che mettevano a rischio la stabilità dei reperti.

Al parco di viale X Giugno, aperto lo scorso giugno dopo circa un mese di lavori per le sistemazioni dopo atti di vandalismo, sono stati rifatti i percorsi danneggiati, è stata installata una nuova torretta scivolo con pavimentazione antitrauma, rinnovati gli elementi d’arredo in legno e pietra e sistemati i punti luce. E’ stato risanato il muretto perimetrale in pietra, effettuato l’adeguamento antitrauma dell’altalena e dei giochi a molla, ripristinati i cancelli, rinforzata l’ arrampicata, adeguata la pergola di copertura, ridotta la fascia boschiva invadente. Il tutto per una spesa complessiva di circa 23 mila euro. Le economie di gara hanno, inoltre, consentito anche altre lavorazioni aggiuntive. Infine, al parco giochi di via Giuriato a San Pio X è stata sostituita la struttura del gioco principale e del girotondo ed è stata installata una piattaforma anti trauma. Inoltre è stata messa in sicurezza l’intera area con l’adeguamento delle aree smorzacaduta, la sostituzione scaletta scivolo e il rinnovo delle altalene montanti e dei seggiolini con la somma complessiva di 30 mila euro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *