sabato , 16 Ottobre 2021

Schio, si lavora al progetto “Guadagnare salute”

La sala didattica del Comune di Schio ha ospitato nei giorni scorsi, gli incontri “Scenari e idee per un territorio in movimento”, sulla mobilità sostenibile. Il comune scledense ha infatti aderito, su proposta della Ulss 4, al programma Guadagnare Salute – Rendere facili le scelte salutari, che vuole migliorare gli stili di vita dei cittadini in un’ottica di progettazione partecipata. Relatori delle serate sono stati per la Ulss 4 Fabrizia Polo, responsabile aziendale del programma, Franco Santacattterina, tecnico della prevenzione e Clara Giacon, operatrice della promozione alla salute delle comunità locali. A rappresentare il il Comune di Schio c’erano il vicesindaco, Roberto Polga, e il funzionario dell’ufficio ambiente Paolo Manza.

Agli incontri hanno partecipato una quarantina persone, in rappresentanza delle varie categorie: scuola, mondo del lavoro privato e pubblico, cittadini, associazioni, genitori. Per lavorare al meglio ci si è ispirati alla tecnica di progettazione partecipata World Cafè. Ne sono uscite numerose idee, votate dai partecipanti per possibili attività concrete, fattibili e sostenibili, da realizzare con e per la comunità di Schio. Ci si è confrontati su come aumentare l’uso della bicicletta, la sicurezza delle piste ciclabili, l’utilizzo dell’auto in più persone.

Per quanto riguarda il World Cafè, si tratta di un metodo semplice ed efficace per dare vita a conversazioni informali e costruttive su questioni importanti e concrete, che riguardano la vita di una comunità locale, attorno ad un tavolino simile a quelli dei bar caffè. Piccoli gruppi di persone conversano delle stesse cose e danno vita a idee e diversi punti di vista. I gruppi poi si mescolano e altre idee e punti di vista arricchiscono la conversazione. Un metodo informale e leggero, che prevede di scrivere le idee sulle tovaglie dei tavolini, magari sorseggiando un caffè o una bibita. Prima di Schio, il metodo era stato usato, per lo stesso progetto, nei mesi scorsi, in marzo e aprile, al Centro sanitario polifunzionale di Thiene.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità