sabato , 16 Ottobre 2021

Case Ipab ai profughi? Variati: Rucco irresponsabile

“Alloggi di Ipab per i profughi? L’allarme lanciato dal consigliere Rucco è falso; il suo comportamento è irresponsabile perché in questo modo non fa altro che gettare benzina sul fuoco. Per affrontare il problema immigrazione servono proposte serie e costruttive, non parole a vanvera”. A parlare così, esprimendo tutto il suo disappunto, è il sindaco di Vicenza, Achille Variati, e lo fa in risposta alle parole del consigliere comunale di minoranza Francesco Rucco, di Idea Vicenza, ex Alleanza Nazionale.

“Appena mi è stata riferita la tesi di Rucco – spiega il sindaco -, secondo cui Ipab sarebbe intenzionata a destinare alloggi ai migranti, ho subito chiamato il presidente di Ipab Lucio Turra per una verifica. La risposta è semplice: ciò che dice Rucco non è vero. La prefettura ha chiesto a Ipab, come a tanti Comuni e altri enti del territorio, la disponibilità di alloggi, ma Ipab ha verificato che non ci sono alloggi idonei ad ospitare richiedenti asilo. Punto. Non credo ci sia altro da aggiungere, se non l’invito a Rucco a lasciare da parte le accuse false e riflettere invece sull’operato della parte politica a lui più vicina: l’attuale gestione inefficiente da parte dello Stato della questione immigrazione è infatti conseguenza degli accordi europei fatti al tempo del Governo di centrodestra guidato da Berlusconi con Fini vicepresidente e i cui ministri erano Bossi, Maroni, Castelli, Gasparri. Rucco vada a chiedere a loro spiegazioni sul motivo per cui nel 2003 è stato emanato il cosiddetto “Regolamento Dublino II” che impone all’Italia di ospitare tutti gli stranieri che entrano in Europa dall’Italia per chiedere asilo”.

“Per quanto riguarda la sicurezza urbana – prosegue il sindaco – approvo l’operato dell’assessore Rotondi che ha messo la sua esperienza di ex questore, le sue competenze e la sua professionalità a disposizione dell’Amministrazione comunale offrendo un valido contributo nella gestione delle problematiche di competenza. Grazie a questo lavoro, al di sopra delle sterili strumentalizzazioni politiche, si è creata una forte collaborazione con il questore ed il prefetto che ieri ha annunciato l’arrivo di rinforzi per le forze dell’ordine da fuori provincia per i controlli nella zona di Campo Marzo. Rinnovo infine la piena disponibilità dell’Amministrazione a collaborare attraverso la polizia locale, la videosorveglianza e altri strumenti con le forze dell’ordine secondo le modalità che saranno stabilite da prefetto e questore che hanno la competenza per la pubblica sicurezza”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità