sabato , 16 Ottobre 2021

Carrozzieri: “Ristabiliti i diritti dei cittadini su Rc auto”

“Il Parlamento ha restituito alle imprese di carrozzeria la libertà di esercitare la loro attività e ai cittadini il diritto di scegliere il proprio carrozziere di fiducia”. Così il presidente dei carrozzieri di Confartigianato Vicenza, Roberto Cazzaro, commentando le modifiche approvate dalle Commissioni finanze e attività produttive della Camera ad alcuni aspetti riguardanti la riforma della Rc auto contenuti nel Ddl sulla concorrenza. 
In poche parole, con la dichiarata intenzione di contenere i costi delle polizze Rc auto, le assicurazioni avrebbero voluto introdurre una formula che, di fatto, avrebbe portato gli automobilisti danneggiati a rivolgersi, per la riparazione dell’auto incidentata, solo alle carrozzerie indicate dalle stesse compagnie assicurative, per questo dette “fiduciarie”.

“Con le modifiche apportate alla riforma – spiega Cazzaro – è stata ora ristabilito il principio in base al quale gli assicurati hanno diritto a ottenere il risarcimento per la riparazione a regola d’arte del veicolo danneggiato, avvalendosi di imprese di autoriparazione di propria fiducia. Quanto poi alle linee guida per la riparazione a regola d’arte verranno definite con un accordo tra le Associazioni nazionali del settore dell’autoriparazione, l’Associazione nazionale delle imprese assicurazioni, sentite le Associazioni dei consumatori”.

“Per noi – continua – si tratta di una importante battaglia contro il rischio, contenuto nella riforma dell’Rc auto, di mettere fuori mercato le carrozzerie indipendenti, rendendo di fatto obbligatorio il risarcimento in forma specifica, vale a dire far riparare il veicolo incidentato dalle officine di carrozzeria convenzionate con l’assicurazione. È la terza volta in tre anni che le assicurazioni provano a modificare le regole dei risarcimenti. Ed è da tempo che le associazioni dei carrozzieri, tra cui Confartigianato, continuano a chiedere al Ministero l’apertura di un tavolo tecnico per scrivere insieme le regole sentite anche le associazioni dei consumatori”.

“Ora ci auguriamo – ha concluso infine Cazzaro – che le modifiche approvate siano confermate dalla Camera e, nel successivo passaggio, al Senato. Ne va del futuro del settore della manutenzione e riparazione degli autoveicoli, che a Vicenza più di mille imprese imprese, con migliaia di addetti. Di queste, quasi trecento sono carrozzerie e danno lavoro a quasi mille persone”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità