sabato , 16 Ottobre 2021
Uno dei dipinti della mostra di Teresina Bertacco Rossi
Uno dei dipinti della mostra di Teresina Bertacco Rossi

A Marostica la personale di Teresina Bertacco Rossi

Teresina Bertacco Rossi, pittrice marosticense con all’attivo diverse personali e collettive, è la protagonista della mostra che si terrà nei prossimi giorni al Castello inferiore di Marostica, dal titolo “Il bello della vita”. La mostra sarà inaugurata sabato 22 agosto, alle 18, e rimarrà aperta fino al 30. L’artista esporrà opere ad olio della sua collezione privata, che appartengono all’arte figurativa e sono state esposte già a Venezia e in altre città con positivi riscontri di critica e di pubblico.

La Bertacco ha infatti partecipato a numerose esposizioni (oltre a Marostica, Venezia, anche Parigi), ottenendo giudizi lusinghieri. Basti citare, tra tutti, quello di Giorgio Pilla: “Questa pittura, quasi naïf, non nell’espressione, perché l’espressione pittorica è molto buona, mi apre il cuore alla speranza, fa sì che ci sia ancora la possibilità di legare, di unire, di far convivere”. Due i filoni principali rappresentati nei suoi quadri: l’amore per la natura e il paesaggio, espresso in particolare nei dipinti che si ispirano alle colline marosticensi e l’ammirazione per Venezia, ritratta in diverse sue composizioni. Vi è un terzo filone, che potremmo definire di ispirazione religiosa, che ha come protagonisti bambini, santi, angeli, figure religiose.

Secondo la pittrice l’arte deve rispecchiare l’ordine e l’armonia ed avere la sua libertà.  Prima di iniziare una nuova opera riflette molto su ciò che disse Leonardo da Vinci, ovvero “che un’opera non può essere considerata arte se non corrisponde a tre criteri: il piacere dell’occhio, l’intelligenza e l’emozione”. Nelle sue tele traspone, con tecnica figurativa, il reale e il suo sentire, le sue emozioni, le persone incontrate, i momenti vissuti. Il suo ideale è Edgar Degas (1834-1917): come lui appassionata di fotografia fin dalla giovinezza, per le sue produzioni si serve di più foto e in ogni opera spera di raggiungere l’irraggiungibile perfezione. Come dicevamo, la mostra sarà visitabile fino al 30 agosto, con questo orario: da martedì a venerdì 10 – 12 e 15 – 20, domenica 23 e sabato 29 agosto 9 – 12.30 e 15 – 20; chiuso lunedì.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità