Breaking News

Vicenza e provincia cronaca

Sossano, quattro donne ferite in incidente –

IMG-20150706-WA0002_wm(1)E’ di quattro feriti il bilancio dell’incidente successo stamane, poco dopo le 7, lungo la strada provinciale 4, a Sossano. Una Fiat Punto, con a bordo quattro donne ghanesi che stavano andando a lavorare, ha sbattuto contro il guardrail che delimita un piccolo ponte e poi è finita fuori strada terminando la corsa nel campo adiacente. Le passeggere sono rimaste tutte ferite. Sul posto sono arrivati i vigili del fuoco di Lonigo che hanno liberato la donna alla guida, rimasta incastrata nell’abitacolo dell’auto, utilizzando divaricatori e cesoie idrauliche. Sul luogo dell’incidente anche quattro ambulanze del Suem che, dopo le prime cure, hanno trasportato le ferite, tutte residenti a Lonigo, in ospedale. Le cause dell’incidente non sono ancora chiare e dei rilievi si stanno occupando i carabinieri di Noventa Vicentina.

Vicenza, sfonda vetrata per riprendersi la moglie

Episodio movimentato quello che ha come protagonista un uomo di 60 anni, iniziato sabato sera e terminato stanotte. Sabato, alle 21.40. il gestore del bar Julienne in contrà Cà Bianca, a Vicenza, ha richiesto l’intervento di una volante poiché un cliente ubriaco, cioè il 60enne, aveva iniziato ad andare in escandescenza rompendo alcuni bicchieri e mettendo paura agli altri avventori. Gli agenti intervenuti sul posto lo hanno invitato ad andarsene, lui ha detto che era il suo compleanno e voleva festeggiare ma alla fine si è allontanato dal locale. La storia però non finisce qui perché stanotte, poco dopo l’una e mezza la Polizia di Stato ha trovato il vicentino, in zona Stadio, coi vestiti sporchi di sangue e un ferita alla testa. Lui ha riferito di essersi procurato quella ferita rompendo una porta a vetri e ha raccontato tutta la vicenda. L’uomo era tornato a casa e aveva chiesto alla moglie di avere un rapporto sessuale, lei ha rifiutato più volte e alla fine è scappata, in vestaglia, a casa di alcuni parenti. Il marito l’ha seguita e ha detto ai cugini della moglie che doveva fare sesso con lei. All’invito di andarsene ha risposto prendendo la rincorsa e rompendo la porta a vetri della casa per riprendersi la donna che, spaventata, è riuscita a fuggire in macchina. I parenti hanno quindi chiamato il 113 e il 60enne è stato denunciato per ubriachezza molesta.

Posina, esce di strada con l’autocarro

E’ uscito di strada mentre era alla guida di un autocarro Fiat Doblò e a bordo aveva anche la figlia di 5 anni. E’ successo ieri, attorno alle 20.30, a Posina. L’uomo, un 41enne del posto, stava percorrendo contrada Bezze in direzione Laghi quando, per cause ancora da accertare, ha perso il controllo del mezzo finendo nella scarpata del bosco sottostante. A prestare i primi soccorsi a padre e figlia sono stati alcuni residenti della zona che hanno sentito un forte rumore. Due ragazzi si sono calati a valle estraendo dal veicolo la piccola. Sul posto anche i sanitari del Suem che si sono presi cura dei due feriti: la bambina è stata trasportata al pronto soccorso di Santorso dove è stata tenuta in osservazione fino a stamattina. L’uomo si trova invece ricoverato in chirurgia e presenta varie ratture alle costole che hanno causato la perforazione di un polmone, ma non si trova in pericolo di vita. I vigili del fuoco di Schio hanno recuperato nel pomeriggio di oggi l’autocarro.

Asiago, escursionista colpito da malore

Brutta avventura ieri per un escursionista di Vicenza mentre scendeva da Cima Portule con alcuni amici. Attorno alle 15 l’uomo di 50 anni, ha iniziato ad accusare crampi alle gambe, si è fermato per riposarsi, ma ad ogni tentativo di rimettersi in cammino, il malore si ripresentava. Preoccupato per la sua condizione di salute verso le 17.30 l’uomo ha chiamato il 118 che ha inviato il Soccorso alpino di Asiago. Una squadra di 4 soccorritori ha raggiunto Bocchette Portule in jeep, per poi proseguire a piedi per un quarto d’ora. Una volta raggiunto, l’escursionista è stato caricato in barella, per poi essere trasportato fino al fuoristrada e poi in ambulanza diretta all’ospedale di Asiago per essere sottoposto a dei controlli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *