Cronaca

Vicenza e provincia cronaca

Vicenza, rubano rame da un’azienda –

Un furto da seimila euro quello subito dalla ditta Cime, in via Massignan, a Vicenza. Un passante, attorno alle 10 di ieri, ha notato che nel cortile esterno c’era una bobina di rame abbandonata ed ha allertato il 113. Sul posto sono arrivati gli agenti delle volanti che hanno notato che i ladri avevano svitato i perni della recinzione per penetrare all’interno della ditta e portare via le bobine. Nel frattempo, mentre si attendeva l’arrivo del proprietario, la bobina abbandonata all’esterno non c’era più. Secondo una prima stima sono state rubate tre bobine di rame del valore di 2 mila euro ciascuna. Sul caso sta indagando la Polizia di Stato.

Montecchio Precalcino, a fuoco una falegnameria

Un vasto incendio si è sviluppato in un piccolo laboratorio di falegnameria a Levà di Montecchio Precalcino, in via Vignole. I vigili del fuoco, allertati da un vicino di casa che ha visto del fumo uscire dal laboratorio, sono intervenuti alle 9.30 con due automezzi e sette operatori, evitando che le fiamme si estendessero agli edifici vicini. Il laboratorio, di circa 60 metri quadrati, è stato gravemente danneggiato. Le operazioni di spegnimento di tutti i focolai e la messa in sicurezza dei luoghi si sono concluse attorno alle 13. Le cause dell’incendio sono in corso di accertamento.

Vicenza, incidente domestico ad una anziana

Le urla di richiesta di aiuto provenienti da un’abitazione di via IV Novembre hanno attirato l’attenzione dei residenti che hanno chiamato il 113 per risolvere la situazione. I poliziotti arrivati sul posto hanno constatato che da una palazzina una donna gridava aiuto, così hanno prima suonato ai vari condomini per poter entrare e poi si sono arrampicati al primo piano e sono entrati da una finestra socchiusa. Dentro l’abitazione c’era una 91enne stesa a terra che ha riferito di essere scivolata e di trovarsi in quella situazione da circa un paio d’ore. Sul posto anche un’ambulanza del Suem che ha trasportato l’anziana al San Bortolo.

Vicenza, assistono a furto bici, fanno foto e la mostrano alla Polizia

Hanno visto due ladri di biciclette, hanno scattato una foto con cellulare e poi, vedendo una volante transitare sul posto, l’hanno fermata mostrando la foto e riferendo di aver assistito a un furto in via Cavour. Alle 17 di ieri una volante stava transitando in piazza dei Signori quando due ragazzi si sono avvicinati dicendo di aver visto, poco prima, due uomini: uno fare da palo mentre l’altro armeggiare con una pinza il lucchetto di una mountain bike gialla parcheggiata nell’apposita rastrelliera e di avere scattato una foto. Gli agenti hanno allora perlustrato la zona alla ricerca dei due soggetti segnalati e li hanno fermati in contrà del Monte. Uno di loro nello zaino aveva la pinza usata per tranciare il lucchetto che è stato quasi rotto del tutto ma, per fortuna del proprietario, il furto non è andato a buon fine. Ad essere denunciati per tentato furto e danneggiamento sono stati du vicentini, entrambi con precedenti, di 23 e 46 anni.

Vicenza, incidente in autostrada 

Lunghe code sull’autostrada A4 tra i caselli di Vicenza Ovest e Vicenza Est, in direzione Venezia, a causa di un incidente. Rallentamenti e code stanno causando disagi al traffico. Due auto si sono tamponate in corsia di sorpasso ma non ci sono stati feriti.

Torri di Quartesolo, ruba vestiti e viene arrestata

È stata pizzicata dai dipendenti del negozio mentre cercava di uscire senza pagare la merce che aveva prelevato ed è stata arrestata in flagranza per furto aggravato. Si tratta di Oumaina Toujani, tunisina di 22 anni, studentessa e regolare. La giovane, sabato sera, è entrata nel negozio “F8 Market” in via Brescia, a Torri di Quartesolo e, dopo aver rimosso la placca antitaccheggio della merce, ha cercato di superare le casse con la refurtiva. Il personale l’ha però bloccata e chiamato i carabinieri che sono arrivati sul posto. La tunisina aveva rubato due magliette, un paio di jeans, una camicia e un depilatore a batteria. Tutto per un valore complessivo di 55,60 euro. La refurtiva è stata restituita al legittimo proprietario. La giovane si trova agli arresti domiciliari a casa del fratello.

Lonigo, ragazzino derubato in strada

È stata minacciato da due individui con un oggetto appuntito ed è stato costretto a consegnare 20 euro. L’episodio è accaduto sabato scorso, alle 20, in piazza IV Novembre, a Lonigo un ragazzo di 14 anni di Brendola, ha raccontato tutto ai carabinieri riferendo che i due, dopo aver ottenuto i soldi, sono fuggiti a bordo di un’auto grigia guidata da alcuni complici. Il giovane non è rimasto ferito.

Arzignano, eroina dentro la borraccia. Arrestato

Teneva la droga nella borraccia della bicicletta ma è stato scoperto dai carabinieri che lo hanno arrestato in flagranza. A finire in manette Rachapal Singh, indiano di 47 anni, con precedenti. L’uomo è stato trovato in possesso di 22 dosi di eroina, per un totale di 21 grammi.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button