Breaking News

Vicenza e provincia cronaca

San Nazario, tamponamento fra tre mezzi. Un ferito grave –

Un tamponamento fra tre veicoli è avvenuto stamattina lungo la statale Valsugana, in località Sarzè. Un furgoncino è stato tamponato da un camion che a sua volta è stato urtato da un camioncino che si è incastrato contro il retro del mezzo pesante e la cabina è stata completamente distrutta. L’uomo a bordo è rimasto ferito in modo grave e quando è stato estratto dalla cabina non era cosciente. L’altro passeggero, una donna, ha riportato gravi traumi ma non è in pericolo di vita. Il marito è stato trasportato all’ospedale San Bassiano. Sul luogo dell’incidente il personale del Suem e la polstrada di Bassano del Grappa. Il traffico ha subito pesanti rallentamenti.

Vicenza, furto in capannoni 

Hanno sfondato la parete che collega due capannoni industriali e in uno di essi hanno rubato le chiavi di alcune auto. Il furto è accaduto in viale dell’Industria ai danni della ditta Noicompriamoauto.it, con sede a Milano. La notte tra domenica e lunedì ignoti hanno infranto una finestra sul retro, hanno preso le chiavi di una Ford Station Wagon e l’hanno usata come ariete, in retromarcia, per sfondare una parete in cui è stato praticato un foro di un metro e mezzo. La parete sfondata è quella che divide l’esercizio commerciale “Idea casa” che vende casalinghi e da dove non risulta alcun ammanco e il rivenditore d’auto da cui i ladri hanno rubato le chiavi di una Opel Adam e di una Seat Altea. Inoltre sono state rovistate due cabine di guida di due autocarri presenti nel cortile. Indagini in corso da parte della Polizia di Stato.

Vicenza, arrestato ricercato 

È stato individuato e arrestato un serbo ricercato a livello internazionale. L’uomo. Pablovic Darko, 32 anni, è stato inseguito dagli agenti della Squadra Mobile e bloccato in via Faccio. Il serbo, in Italia senza fissa dimora, ma domiciliato a casa del padre, era colpito da un’ordinanza di custodia cautelare serba per una serie di furti commessi tra il 2008 e il 2013, tra cui sette furti in abitazione. Il 18 aprile del 2013 era stato colpito da un decreto di espulsione, portato all’aeroporto di Malpensa e rimandato in patria. Ieri è stato arrestato per violazione del decreto di espulsione, infatti non poteva tornare in Italia per cinque anni. Non è escluso che sia l’autore di alcuni furti avvenuti a Vicenza.

Thiene, arrestato ladro di computer

Arrestato perché colpito da un’ordinanza di custodia cautelare, è stato scoperto essere il responsabile del furto avvenuto la notte del 29 settembre del 2013 ai danni del negozio di informatica “Twist 2” di Thiene. In quell’occasione, Mladen Grgic, croato di 29 anni, aveva rubato alcuni computer per un valore di circa 10 mila euro. Ad arrestare l’uomo sono stati i carabinero di Thiene, in via Lombardia, poco dopo le 5. In quella via era infatti scattato l’allarme del negozio per stampe 3d “Millenium Art”. L’arrivo dei militari ha permesso così di bloccare il malvivente e denunciarlo.

Vicenza, furto in parrocchia

Hanno rubato un falciaerba, del valore di 2 mila euro, i ladri che la scorsa notte sono entrati nei giardini della parrocchia di Sant’Agostino. Dopo aver tagliato una parte di recinzione ignoti hanno forzato il lucchetto del magazzino degli attrezzi. A dare l’allarme al 113 è stato il parroco.

Schio, denunciate persone dopo la commemorazione

La commemorazione dell’eccidio di Schio, celebrata ogni anno, ha portato quest’anno alla denuncia di quattro persone. Lo scorso 5 luglio i simpatizzanti dell’estrema destra hanno deposto una corona di fiori davanti la biblioteca dove è avvenuto l’eccidio e, in contemporanea, l’estrema sinistra ha organizzato una contromanifestazione. In piazza Rossi i due schieramenti si sono incontrati e 25 giovani anarchici, hanno cercato di aggirare l’ordine pubblico messo in atto dalle forze dell’ordine. I giovani sono stati però intercettati e bloccati. Ad essere denunciati per manifestazione senza autorizzazione sono stati: un 29enne di Bassano del Grappa, un 23enne di Schio, una 25enne di Schio e una 25enne di Roma. La ragazza di Schio è stata denunciata anche per rifiuto di indicazione delle proprie generalità, mentre la romana per oltraggio a pubblico ufficiale in quanto ha rivolto alle forze dell’ordine frasi del tipo: “State proteggendo i fasci, m…”.

Torri di Quartesolo, legnaia a fuoco

Un incendio di vaste dimensioni scoppiato in una legnaia ha minacciato di bruciare anche un campo di mais e un’azienda agricola. È successo ieri pomeriggio a Torri di Quartesolo, in via Vedelleria. I vigili del fuoco di Vicenza sono arrivati sul posto con sette operatori e due automezzi e hanno immediatamente circoscritto il rogo che aveva interessato circa 40 quintali di legna. Le fiamme si stavano propagando al campo di mais e all’azienda agricola c stavano minacciando una cisterna di combustibile. Le operazioni dei pompieri si sono concluse dopo circa tre ore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *