CronacaSenza categoria

Vicenza e provincia cronaca

Vicenza, anziana non si fa fregare da tre truffatori –

Non si è lasciata ingannare l’anziana, vittima di una tentata truffa, che ha lasciato a bocca asciutta tre loschi individui. Tutto inizia l’altro ieri quando, in tarda mattinata, la signora, ottantaquattro anni, preleva da uno sportello bancomat in zona Anconetta la somma di mille euro. Il giorno dopo la stessa anziana è stata avvicinata, mentre passeggiava, da un’auto con a bordo due donne e un uomo che la avvertivano che i soldi prelevati il giorno prima erano falsi. Loro, hanno detto, lo sapevano perché erano stati contattati da una dipendente della banca che li aveva informati del disguido. I tre individui hanno quindi invitato la donna ad andare a casa per prendere i mille euro prelevati per portarli in banca e ricevere banconote vere. L’anziana si è fatta così accompagnare a casa ma al momento di dare i soldi ai tre soggetti, che si erano offerti di andare in banca, ha detto che preferiva consegnarli di persona. I truffatori a quel punto hanno cercato di dissuaderla, anche con insistenza, ma la donna ha minacciato di chiamare il 113 e ai tre non è rimasto che scappare a mani vuote.

Creazzo, prostituta rapinata da cliente

Ha contratto con una prostituta rumena, si sono accordati e, dopo la prestazione, l’ha rapinata. È successo nella notte, lungo la statale 11, a Creazzo, protagonista un vicentino di 24 anni che dopo aver avuto ciò che cercava ha spinta la donna a terra, le ha strappato la borsa ed è fuggito in bicicletta. La vittima, colta dalla disperazione, ha fermato un passante, è salita in auto e si è messa all’inseguimento del giovane. Nel frattempo un’amica della ragazza, testimone della scena, ha allertato il 113 e una volante si è subito portata sul posto. Il rapinatore, seguito dalla prostituta, e in seguito dai poliziotti è stato bloccato poco dopo e denunciato. La borsa, con un cellulare e 200 euro, è stata restituita alla giovane che ha riportato delle escoriazioni al ginocchio e al braccio.

Vicenza, 10 anni di carcere per un trafficante

Deve scontare una pena residua di 10 anni per traffico internazionale di stupefacenti Bruno Nardotto, 59 anni, di Vicenza, con precedenti. L’uomo, coinvolto in grandi traffici di droga, è stato arrestato dai carabinieri ieri pomeriggio. Nardotto è stato colpito dall’ordine di custodia cautelare e per lui si sono aperte le porte del carcere di San Pio X.

Vicenza, rubano bici e tentano di venderle

Ad insospettire il gestore del bar “Allo Stadio”, in via Trissino, in città, è stato il continuo andare e venire di due ragazzi, che cercavano di vendere delle biciclette ai passanti e ai clienti del bar. Dopo alcuni giorni che la storia si ripeteva, l’uomo ha finalmente chiamato il 113, perché i due venissero controllati. Gli agenti delle volanti hanno così visto i due, con le bici risultate poi rubate, nelle vicinanze del bar, e li hanno fermati. Si tratta di un 35enne di Thiene e una ragazza di 22 anni, di Schio, entrambi con precedenti. Per loro è scattata una denuncia.

Vicenza, maxi furto al cantiere

Sono riusciti a fuggire con un bel bottino i ladri entrati in azione, nella notte, al cantiere in via Ca’ Tosatte, “Costruzioni Cogato”. I malviventi sono penetrati nel cantiere, privo di recinzioni, e hanno infranto il vetro di una macchina escavatrice per rubare il computer di bordo, del valore di 5 mila euro e sei iniettori del motore del valore di 1.500 euro cadauno. Sul posto, oltre agli agenti della volanti, è arrivato anche il personale della scientifica che ha prelevato le impronte. Indagini in corso da parte della Polizia di Stato.

Castelgomberto, individuati i coltivatori di marijuana

Lo scorso 12 luglio la Squadra Mobile di Vicenza aveva sequestrato 120 piante di marijuana a Castelgomberto, in località Val di Case. La piantagione era estesa in un terreno vicino a un vecchio casolare, tutte le piante erano in buono stato, ma dei coltivatori nemmeno l’ombra. I carabinieri della stazione di Trissino sono riusciti a risalire ai coltivatori e li hanno denunciati. Si tratta di due 24enne del luogo. I due giovani coltivavano la marijuana in un campo di proprietà dei genitori di uno di loro.

Vicenza, denunciato autore di furti

Il suo lavoro era quello di commettere furti in negozi usando, ad ogni colpo, delle auto come ariete. A termine delle indagini i carabinieri di Vicenza hanno denunciato in stato di libertà per furto aggravato in negozio e ricettazione in concorso un serbo di 37 anni, in Italia senza fissa dimora e con precedenti. L’uomo, dopo gli accertamenti dei militari dell’Arma, è risultato essere l’autore, insieme ad un complice non identificato, di un furto avvenuto il 19 settembre del 2013 ai danni della tabaccheria “Balninazzo Loretta” in via Roma, ad Altavilla Vicentina. In quel caso furono rubati gratta&vinci, ricariche telefoniche e tabacchi per un valore di oltre 40 mila euro. L’auto usata come ariete in quell’occasione fu una Nissan Micra rubata a Segrate, nel milanese, il giorno prima. La macchina era stata ritrovata dai carabinieri a circa due chilometri di distanza, in via Monte. Nello stesso contesto sono stati denunciati, per ricettazione e riciclaggio in concorso, due fratelli milanesi: un 37enne con precedenti e un 32enne. I due, lo stesso giorno del furto, hanno acquistato la refurtiva per rivendere poi a terzi le ricariche telefoniche.

Marano, giovane accusa malore ed esce di strada

Un malore mentre alla guida della propria auto poteva costargli la vita ma, fortunatamente, il peggio è stato evitato grazie alla cintura di sicurezza allacciata. L’incidente è accaduto poco dopo le 14.30 a Marano Vicentino. Un 26enne del posto stava percorrendo, a bordo della sua Fiat Punto, via Volpato in direzione Malo quando ha perso il controllo dell’auto e ha urtato con la parte anteriore sinistra e la ruota contro la base in cemento ed il palo dell’illuminazione pubblica. Il giovane è cappottato in un campo di mais. Subito soccorso da alcuni testimoni il ragazzo è uscito dalla vettura con le proprie forze e in seguito è stato trasportato all’ospedale di Santorso. Il giovane ha poi riferito ai soccorritori di essere stato vittima di un malore e che la cintura di sicurezza ha evitato danni gravi. Sul posto, per i rilievi, una pattuglia del consorzio di polizia locale alto vicentino di Schio.

Piovene Rocchette, roulotte a fuoco 

Un incendio è scoppiato ieri sera, poco dopo le 22, in via Rossi a Piovene Rocchette ed ha interessato una roulotte. Le fiamme si sono propagate anche a una baracca. A dare l’allarme è stato il proprietario, un 77enne del posto, che riposava nel caravan. L’uomo si è accorto immediatamente del fumo ed è riuscito a mettersi in salvo. I vigili del fuoco di Schio e Vicenza sono arrivati sul luogo dell’incendio con due automezzi e sette operatori. I pompieri hanno immediatamente circoscritto le fiamme, estese alla baracca contenente fieno. Le operazioni si sono concluse poco dopo la mezzanotte.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button