Breaking News

Vicenza, Carlo Gabardini all’Oasi del Lettore

Ieri, alle ore 18.30, presso l’Oasi del Lettore a Campo Marzo, Marianna Bonelli, di “Spritz Letterario”, ha introdotto il libro “Fossi in te io insisterei”, dell’attore e comico Carlo Gabardini, che non ha avuto il timore, ancora due anni fa, di fare “coming-out” e rivelare al mondo la bellezza di essere gay. L’argomento, l’essere se stessi in un mondo spesso intollerante, ha dato modo all’avvocato Everado Dal Maso, consigliere delegato alle Pari Opportunità, di ricordare la recente istituzione a Vicenza di uno sportello Lgbt (Lesbian Gay Bisex Transgender) presso l’associazione Donna chiama donna onlus, in via Torino 11, dove, su appuntamento, è sempre disponibile gratuitamente un’operatrice esperta in grado di offrire consulenza e sostegno psicologico per questioni di genere.

Carlo “Pepe” Gabardini nel corso della presentazione ha divertito parecchio il pubblico con le sue battute spiritose e lo stupendo feeling che si è venuto a creare con l’interlocutrice: il rapporto con il padre, descritto nel romanzo in forma di una lunga lettera mai scritta dopo la sua morte, è quello che l’ha reso capace di fare luce su quello che voleva essere da grande. Secondo Gabardini cambiare si può e questo provoca invidia nell’altro, la sua testimonianza è un esempio di come tutto sia possibile.

La sua avarizia, da ragazzino, era guidata dal padre avvocato con bonomia, la stessa cena in pizzeria che vede protagonista un piccolo Carlo alle prese con i primi pagamenti è un chiaro invito a superare le proprie paure. Il libro “Fossi in te io insisterei” è un appello a credere fermamente nei propri sogni, non è rivolto solamente agli omosessuali ma a chiunque voglia realizzare appieno il proprio essere.

Ricco di domande, è un romanzo familiare ambientato nella Milano degli anni Settanta-Ottanta che sa dare molte risposte: il padre equo con i cinque figli che paga il biglietto del tram ad ogni costo, la madre preoccupata per le mille economie da fare in casa, il piccolo Carlo, sono solo alcuni dei personaggi che costellano il libro e invitano alla riflessione. Piacevolissima da leggere, quest’opera spinge i lettori a uscire allo scoperto e a gridare al mondo che non si deve avere paura a essere quello che si è.

Camilla Bottin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *