Breaking News
La chiesetta del parco di Villa Fabris, a Thiene, che è stata recuperata
La chiesetta del parco di Villa Fabris, a Thiene, che è stata recuperata

Thiene, nuova vita al parco di Villa Fabris

Sono stati completati, a Thiene, i lavori sul pregevole complesso architettonico di Villa Fabris, iniziati proprio un anno fa. E’ stata restaurata l’esedra, con la posa di nuova pavimentazione in pietra sul fronte della villa, lungo via Trieste, a completamento del recupero delle fontane realizzato dalla Scuola di restauro di Villa Fabris. Sono quindi stati eseguiti alcuni interventi di manutenzione straordinaria nel corpo centrale della villa, sede di uffici ed aule della scuola, risistemando la copertura che presentava numerose infiltrazioni.

Quindi, nel parco, si è recuperata la chiesetta votiva che versava in stato di degrado e di abbandono e che ora ha le potenzialità per diventare un punto informativo od essere destinato ad iniziative specifiche. Sono stati sistemati anche i cortili e gli spazi esterni, dove pure la scuola svolge la propria attività, con recinzioni adeguate, anche a garanzia della sicurezza del complesso architettonico, ponendo la rete di smaltimento acque meteoriche, costruendo nuovi percorsi pedonali, rinnovando la pavimentazione ed il muro di cinta lungo via Damiano Chiesa e realizzando l’impianto di illuminazione.

Presenza tutta nuova ed attesa nel parco è, infine, il locale caffetteria che, esteso su una superficie complessiva di circa 50 metri quadrati, è realizzato in stretta relazione con la superficie a verde del parco grazie alla sequenza di vetrate a doppia altezza. Aperto al pubblico già da alcuni giorni, lo sharing bar della Villa è chiamato ad essere anche un punto aggregativo e social, sicuramente apprezzato non solo nelle giornate estive ma in tutte le stagioni dell’anno, essendo collocato in pieno centro storico, ma allo stesso tempo, inserito in un contesto naturale rilassante e piacevole, tant’è che nel locale volutamene non è stato collocato nessun orologio proprio per sottolineare la sua peculiarità di un’oasi di condivisione e relax in un clima di tranquillità.

Spazi rinnovati e riqualificati, questi, che renderanno ancora più apprezzabili iniziative ormai consolidate e già di per sé attraenti in termini di pubblico, come Cinestate, la rassegna di cinema all’aperto che prenderà il via a breve. Il costo degli interventi è stato dia 384mila euro, finanziato dal Comune di Thiene e dalla Regione, ultima tranche del milione e 750mila euro del più ampio stralcio complessivo che ha visto realizzate, dal 2011 al 2013, opere nel corpo principale della Villa, il recupero e restauro dei corpi laterali, le cosiddette ali, dove sono stati ricavati uffici, aule, laboratori, una foresteria per docenti e alunni, una mensa con cucina ed una caffetteria completa di arredi, oltre ad uno spazio concesso ad una cooperativa sociale.

Tutti questi spazi sono andati a completare la dotazione di aule, laboratori e uffici già presenti nella scuola e collocati nel corpo centrale della villa e nella tinaia dove, si ricorda, ha sede il Centro Europeo per i mestieri della conservazione del patrimonio culturale, gestito dalla Fondazione Villa Fabris, i cui soci sono l’Associazione artigiani, il Comune di Thiene, la Camera di Commercio, il Cesar ed il Comune di Schio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *