Breaking News

Sottopasso Riviera Berica, rinviata la prima chiusura

La strada Riviera Berica, a Vicenza, all’altezza del sottopasso autostradale di Campedello, non chiuderà stasera alle 21, ma domani, martedì 7 luglio, dalle 21 alle 5,45. Per ragioni legate all’allestimento del cantiere curato dalla società Autostrada Brescia-Padova per sistemare il ponte danneggiato, la chiusura alla circolazione è stata infatti posticipata di un giorno. Le altre date sono tutte confermate: chiusura totale della Riviera Berica fino a sabato 11 luglio e da lunedì 13 a sabato 18 luglio, dalle 21 alle 5,45.

Mezzi pesanti e auto dovranno seguire percorsi alternativi che consisteranno, per chi arriva da sud verso la città, nell’imbocco dell’autostrada A31 a Longare oppure nella direzione verso Torri di Quartesolo. Solo le auto, inoltre, a Debba potranno girare a destra su strada dei Ponti di Debba e quindi in strada di Casale. Oppure, ma vale sempre e solo per le auto, in prossimità del sottopasso autostradale oggetto dei lavori, si potrà girare a sinistra su strada della Commenda e quindi raggiungere Monte Berico e la città attraverso viale X Giugno.

Chi arriva da Vicenza, invece, in zona nuovo tribunale potrà imboccare via Martiri delle Foibe e dirigersi verso via Vittime Civili di guerra e viale della Pace per raggiungere Longare da Torri di Quartesolo oppure potrà prendere l’autostrada A4 e quindi l’A31 (sia mezzi pesanti che auto) oppure ancora, ma questa indicazione vale solo per le auto, dirigersi in strada di Casale e proseguire su strada di San Pietro Intrigogna e strada dei Ponti di Debba.

In alternativa, i mezzi pesanti e le auto che arrivano da Vicenza possono giungere in prossimità del sottopasso e accedere quindi alla tangenziale sud per ricollegarsi alla Riviera Berica in località Longare dall’autostrada (A4 e quindi A31) o da Torri di Quartesolo. Per superare il cantiere, infine, pedoni e ciclisti infine potranno usare la pista ciclabile Casarotto, raggiungibile da via Sardegna e da strada delle Ca’ Tosate.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *